Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grey Cat, la magia delle immagini fa tappa a Scarlino

Più informazioni su

SCARLINO – Due spettacoli che si incontrano. Da una parte la bellezza del castello di Scarlino, dall’altra la videoproiezione firmata dall’artista Giuliano Ghelli e curata dall’associazione Pmbquadro di Follonica in collaborazione con Fabrizio Chiodini. Il tutto nel quadro del Grey Cat Festival, che da alcuni anni associa alla musica l’arte contemporanea. Così – dopo il debutto a Follonica – anche Scarlino potrà ammirare la videoproiezione, diretta dal regista Alessandro Marton della follonichese First Line e frutto del progetto ‘Colori per un pentagramma navigabile’ che si propone di rappresentare sullo schermo la realtà voluta dall’artista, in questo caso Giuliano Gelli: l’appuntamento è in programma giovedì 2 agosto, alle 21 al castello di Scarlino, sotto le stelle e davanti a un panorama mozzafiato. La videoproiezione farà da introduzione al concerto del Paolo Fresu Devil Quartet, alle 21.30. “Si tratta di una rappresentazione in continuo mutamento – dicono dall’associazione Pmbquadro – che coinvolge lo spettatore, lo catapulta all’interno dell’opera e lo rende protagonista di una realtà parallela. Insomma, uno spettacolo imperdibile”. Giuliano Ghelli è nato a Firenze nel 1944 e vive a San Casciano Val di Pesa: ha esposto a Parigi, negli Stati Uniti, in Australia, Germania, Belgio, Grecia, Portogallo, Spagna, Giappone e Russia, con oltre cento mostre personali in gallerie pubbliche e private.

L’associazione Pmbquadro è nata e si è sviluppata grazie a un gruppo di giovani follonichesi, uniti dalla passione per la creativita': Pmbquadro è infatti l’acronimo dei nomi dei quattro fondatori Andrea Paletti, Laura Montomoli, Lucia Bottoni e Leonardo Bottoni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.