Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Big Bang alla Casa del Popolo: un viaggio tra musica, memoria e solidarietà. Il Fotobook foto

BAGNO DI GAVORRANO – È stato un viaggio per ripercorrere 39 anni di storia e presentare un futuro ricco di iniziative. “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang” ha celebrato la lunga avventura della Casa del Popolo di Bagno di Gavorrano con una serata che ha saputo esaltare cultura, musica, memoria e solidarietà.

A “guidare” lo spettacolo, che ha proposto momenti di arte, divertimento e riflessione, Daniele Reali. Non sono mancate le emozioni come quando è stato proiettato il video con le fotografie inedite e l’audio originale dell’inaugurazione della Casa del Popolo o quando è stata consegnata la targa in ricordo di Arnaldo Senesi, storico sindaco di Gavorrano a cui è intitolata la Casa del Popolo, alla moglie Dusca Panerati. Tanti gli spunti di riflessione offerti durante la serata come le parole del presidente della provincia Leonardo Marras sulla necessità di avere una “Sinistra” più unita o l’appello in difesa della Costituzione lanciato dal presidente del circolo Arci Festival Resistente Carlo De Martis.

Applausi e grande partecipazione per gli artisti che sono saliti sul palcoscenico. Ad aprire la serata la canzone inedita di Pennetta composta proprio in occasione de “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”. Poi “La bottega del Ciarlatano”, Luna ed Erminio Sinni hanno regalato a Gavorrano un’atmosfera di musica e magia offrendo nel finale, quando tutti insieme hanno cantato “El pueblo unido jamas sera vencido”, un momento indimenticabile che entrerà a far parte della storia della Casa del Popolo.

Una serata speciale anche perché il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle popolazioni che in Emilia sono state colpite dal terremoto, «un gesto concreto di aiuto nei confronti di chi ha bisogno – hanno osservato gli organizzatori – nello spirito di quella che è stata la storia e di quello che sarà il futuro della Casa del Popolo».

Parlando di futuro durante la serata sono stati presentati i progetti già realizzati e quelli in programma per “aprire” ancora di più la struttura e metterla a disposizione della comunità: tra i progetti anche quello di dotare la Casa del Popolo di una rete “wifi” a banda larga e realizzare un parco giochi nel giardino.

(per ingrandire le foto cliccare sulle immagini)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.