Piano assunzioni e Piano ferie: la Asl risponde alle RSU

GROSSETO – «E’ abbastanza curioso che la RSU aziendale e le altre sigle sindacali del comparto chiedano un incontro alla Direzione della Asl 9 attraverso un comunicato inviato alla stampa, piuttosto che con un nota indirizzata agli uffici competenti, che, al momento in cui scriviamo, non ci risulta inoltrata». La Direzione aziendale della Asl 9, interviene in merito ad una nota – a firma della RSU e delle altre sigle sindacali del comparto – diffusa alla stampa locale.

«Ed è altrettanto strano – continua la Asl – che, nello stesso comunicato, venga chiesto di discutere una serie di argomenti (Piano ferie, Piano assunzioni, straordinari, orario aggiuntivo, ecc), già oggetto di un incontro che si è svolto lo scorso 24 maggio e di una successiva nota informativa scritta, inviata a tutte le rappresentanze presenti in quella data. In ogni caso – prosegue la Direzione della Asl 9 – è opportuno ribadire alcuni concetti di estrema importanza per la chiara e corretta informazione nei confronti dei dipendenti e dei cittadini: per quanto riguarda il Piano ferie il 2012, è perfettamente in linea con le modalità seguite negli anni precedenti, secondo la vigente procedura aziendale. Ed è pertanto garantita la sicurezza dei dipendenti e dei lavoratori.»

«Siamo a conoscenza, ovviamente, – sottolinea la Direzione Asl – delle assenze per malattia, per gravidanza, ecc; tant’è che sono previste anche assunzioni a tempo determinato per il periodo estivo, in aggiunta all’ingresso, a tempo indeterminato, di 4 operatori socio-sanitari e di 4 infermieri. Tutto questo, tenendo conto dei limiti che derivano dalla normativa nazionale sul costo del personale, che impongono all’Azienda l’adesione ad un rigido piano triennale, per il raggiungimento del vincolo economico, e impongono un’ancora più determinata e consapevole rigorosità dell’utilizzo di ogni risorsa economica. È bene inoltre precisare che, al contrario di quanto affermano i sindacati, non c’è stato alcun incremento di straordinario né di attività aggiuntiva, che, viceversa hanno un andamento costante, in linea con quello degli anni precedenti. Per concludere, infine, la Direzione aziendale, a prescindere dalla richiesta odierna, aveva già messo in calendario un incontro con la RSU e le rappresentanze del comparto, per dare informazione su questi ed altri temi relativi all’organizzazione del lavoro”.

Commenti