Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Un sorriso nel sacchetto” per “combattere” la violenza sulle donne foto

Più informazioni su

GROSSETO –  65mila sacchetti, 100 panifici, e 56 centri di grande distribuzione, sono i numeri di “Un sorriso nel sacchetto”, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla Commissione provinciale per le Pari Opportunità, in collaborazione con i Comuni della provincia e con l’associazione Olympia de Gouges. Venerdì 1 giugno, fornai e piccoli negozi alimentari del territorio provinciale insieme ai punti vendita della grande distribuzione, rappresentata da Unicoop Tirreno, Coop Amiatina, Simply, Emi e Conad incarteranno il pane in un sacchetto con stampati uno smile, uno slogan contro la violenza e i numeri telefonici del centro antiviolenza.

L’iniziativa propone una riflessione sulla violenza e vuole far conoscere al maggior numero di donne possibile l’attività del Centro antiviolenza, per questo è stato scelto di veicolare il messaggio attraverso il pane, uno degli alimenti di maggiore consumo e che quindi, più facilmente entra nelle case delle famiglie. “E’ importante non distogliere mai l’attenzione su questo argomento – commentaLeonardo Marras, Presidente della Provincia di Grosseto – perché la coscienza e la conoscenza sono le armi migliori che abbiamo per combattere il terribile fenomeno della violenza sulle donne, basti pensare ai numeri dei femminicidi in questi primi 6 mesi dell’anno”.

Sul sacchetto si legge: “Il tuo sorriso è anche il nostro, se non sorridi a causa di violenza ti ascoltiamo”, sotto sono riportati i numeri di telefono del Centro antiviolenza di Grosseto e dei 4 punti di ascolto dislocati sul territorio. Il massaggio è scritto in italiano e in inglese per essere compreso anche dai numerosi cittadini  stranieri che abitano in provincia.

“Sono soddisfatta di proporre la seconda edizione di questa iniziativa – spiega Reana de Simone, presidente della Commissione provinciale per le Pari Opportunità –, perché ritengo che sia un modo efficace per far arrivare alle famiglie, e alle donne in particolare, il nostro messaggio, ovvero che nel territorio ci sono centri con volontari formati per aiutare chi subisce violenza. E’ stato possibile realizzare questo progetto – continua de Simone – solo grazie alla collaborazione delle Commissioni comunali Pari Opportunità, dell’associazione Olympia de Gouges, delle associazioni di categoria Ascom, Cna, Confartigianato e Confesercenti, della Camera di Commercio di Grosseto e di Rosati Carta Srl, che ha donato una parte dei sacchetti . Un grande lavoro in sinergia per far sentire la nostra voce unanime contro la violenza. Ringrazio tutti questi soggetti che con entusiasmo e impegno hanno creduto nell’iniziativa e ci hanno aiutato a realizzarla” (nella foto da sinistra, Reana de Simone, presidente Commissioen provinciale Pari Opportunità, Leonardo Marras, Presidente della Provincia di Grosseto e Gabriella Lepri, presidente dell’associazione Olympia de Giuges).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.