Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maremma Wine Food Shire apre le danze: oggi l’inaugurazione foto

BRACCAGNI – Comincia domani l’avventura dell’edizione 2012 di Maremma Wine Food Shire, il salone dei vini e delle eccellenze agroalimentari della Maremma toscana, in programma fino a lunedì 28 maggio al centro fieristico di Braccagni. Quest’anno la fiera, organizzata dall’ente camerale in collaborazione con la Provincia di Grosseto e Grossetofiere, con il sostegno di Unioncamere Toscana, Ente cassa di risparmio di Firenze, Banca della Maremma, Toscana Promozione, Conad e con la partecipazione del Golosario di Paolo Massobrio, unirà il wine al food e ospiterà quasi 200 aziende del territorio provinciale.

IL SALONE – Nell’area wine il padiglione espositivo ospita 126 aziende vitivinicole presenti al salone. Il padiglione è stato suddiviso, al fine di agevolare la visita, in 10 aree, dedicate ciascuna ad una denominazione della Maremma: Maremma toscana Doc – Igt; Toscano o Toscana Igt; Ansonica Costa dell’Argentario Doc; Bianco di Pitigliano Doc; Capalbio Doc; Monteregio di Massa Marittima Doc; Parrina Doc; Sovana Doc; Montecucco Docg- Doc; Morellino di Scansano Docg. I visitatori potranno, in quest’area, degustare i vini della Maremma incontrandone direttamente i produttori. L’area food dedicata alle eccellenze agroalimentari della Maremma si trova in una tensostruttura contigua al padiglione espositivo, in modo da favorire la continuità nella visita del salone.

Il settore edicato alle 60 aziende del food è suddiviso in aree tematiche omogenee, per permettere al visitatore di compiere un “percorso del gusto” ragionato e coerente. Per agevolare la visita le aree sono identificate con un settore alimentare specifico: formaggi e prodotti caseari; carni e salumi, pasta fresca e riso, prodotti dolciari, prodotti ittici, specialità gastronomiche, olio extravergine di oliva. Nell’area talk show, posizionata al centro del padiglione espositivo al piano terra, ospita numerose attività collaterali tra le quali wine tasting, appuntamenti guidati per scoprire i vini della maremma, a cura di Luca Maroni. Gli wine tasting sono a numero chiuso con preiscrizione. Per informazioni sugli eventuali posti a disposizione rivolgersi al desk informativo della Camera di commercio. I laboratori di analisi sensoriale con degustazione: obiettivo è svelare ai partecipanti la ricchezza dei prodotti maremmani, grazie al contributo di autorevoli esperti e personalità del settore gastronomico.

I laboratori, a numero chiuso su preiscrizione fino ad esaurimento posti, saranno dedicati ad alcuni prodotti come gli insaccati, la produzione dolciaria e il formaggio pecorino. Per informazioni sugli eventuali posti a disposizione rivolgersi al desk informativo della Camera di commercio. Nell’area ristorazione i visitatori avranno la possibilità di rilassarsi pranzando con piatti a base dei sapori tipici della Maremma. Un vero e proprio ristorante allestito in una tensostruttura esterna rispetto ai padiglioni espositivi dove i protagonisti saranno la qualità e il fascino genuino della gastronomia maremmana grazie all’estro ed alla simpatia dello chef Giancarlo Francia. Nella Bottega maremmana sarà possibile acquistare tutti i prodotti del salone, uno spazio creato e gestito in collaborazione con Conad allestito come un vero e proprio negozio con la disponibilità di tutti i prodotti alimentari esposti nel salone.

PROGRAMMA – Domani pomeriggio alle ore 16,30 apertura al pubblico degli stand enogastronomici. Alle 17 taglio del nastro con brindisi augurale alla presenza delle autorità ed esibizione della banda musicale. Alle 17,30 talk inaugurale dal titolo “Tutto il gusto della Maremma” con la partecipazione di Francesco Bonfio (presidente Vinarius, associazione enoteche italiane), Luca Maroni (esperto di enologia) e Alberto Marcomini (affinatore). Interverranno il presidente della Camera di Commercio di Grosseto Giovanni Lamioni e il presidente della Provincia di Grosseto Leonardo Marras, modererà il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio. Dalle 18.30 alle 19.15 in programma il laboratorio di analisi sensoriale sui grandi salumi e insaccati della Maremma dal titolo “Una Maremma da tagliare: salumi e insaccati di ieri e di oggi”, con l’esperta degustatrice Paola Gula. Alle 19.30 è previsto il wine tasting guidato da Luca Maroni.

EVENTO MUSICALE – Una delle novità di quest’anno è l’appuntamento serale con l’evento musicale “La mi Maremma”. Un ensemble di tanti artisti che incontrano la Maremma, le sue tradizioni, le sue canzoni, la sua gente e duetteranno con i cori tradizionali, offrendo una rilettura unica di brani tratti dal ricchissimo repertorio della musica popolare maremmana. Il progetto, curato da Antonio Pascuzzo, rappresenta un primo input per un lavoro di lungo periodo, che mira all’interazione tra artisti locali e nazionali.

Così dopo l’esperienza O-maggio alla Maremma all’auditorium di Roma, lo scorso 6 maggio, in calendario un’altra tappa per i cori di Maremma, che domani sera duetteranno con alcuni protagonisti del panorama musicale italiano. Alle 21 il pubblico sarà accompagnato dall’energia della Magicaboola Brass Band e a seguire “Musica da Ripostiglio”, un progetto nato proprio a Grosseto, che anticiperà l’ingresso dei Briganti di Maremma, coro coloratissimo e coinvolgente che per l’occasione sarà guidato in un set speciale ideato ad hoc da Diego Caravano, musicista e compositore raffinato, già leader e arrangiatore dei Neri Per Caso maestri italiani del canto a cappella.

A seguire sarà la volta di una delle voci più suggestive del panorama nazionale Ginevra Di Marco che sarà accompagnata dai musicisti Francesco Magnelli e Andrea Salvadori e dal Coro delle Donne di Magliano. Sarà il Solis String Quartet, lo straordinario quartetto d’archi, che ha accompagnato i più grandi artisti italiani e internazionali (Pat Metheney, Pavarotti, Richard Galliano, Noa, Baglioni, Celentano, Bennato, Negramaro, Jovanotti, Battiato) a dar vita ad un set speciale che inizierà con la rilettura di un brano scritto e cantato da Antonio Pascuzzo, “Zitto Zitto” sul tema degli abusi di potere. Il Solis è un progetto musicale dal respiro internazionale che nasce dall’incontro di quattro compositori e arrangiatori: Vincenzo Di Donna (violino), Gerardo Morrone (viola), Luigi De Maio (violino) Antonio Di Francia (cello). Il Solis duetterà anche con il Coro dei Minatori di Santa Fiora il cui album contiene una versione de “La strada nel bosco” arrangiata dal quartetto. Sarà poi la volta dei Rossoantico, (progetto folk d’autore finalista Targa Tenco guidata da Antonio Pascuzzo)insieme al Coro dei Minatori di Santa Fiora per un set intriso di ritmiche folk e trascinanti. Il gran finale è affidato a “Toda Joia Toda Beleza” di Roy Paci & Aretuska. Condurrà la serata Stefano Pozzovivo voce storica di Radio Subasio. Alle 22.30 è prevista la chiusura degli stand enogastronomici e a seguire spettacolo pirotecnico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.