Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taniche rinvenute al largo di Montecristo: l’Arpat esclude rischi ambientali

GROSSETO – Le sei taniche in plastica ripescate a sud ovest dell’Isola di Montecristo da un peschereccio di Porto Santo Stefano una settimana fa contenevano acido cloridrico (comunemente conosciuto come acido muriatico), come ipotizzato in un primo momento. Le prime analisi dei campioni, effettuate dai laboratori Arpat, porterebbero ad escludere rischi di contaminazione significativa del mare. Le taniche sbarcate erano state messe sotto sequestro e consegnate al nucleo provinciale di Grosseto dei vigili del fuoco, per garantire l’apertura in sicurezza dei contenitori, dato che non si aveva nessuna indicazione del loro contenuto.

I vigili del fuoco hanno riscontrato la presenza nelle taniche di una soluzione molto acida, probabilmente di acido cloridrico. Le prime valutazioni dei tecnici dell’Arpat sulla pericolosità dell’acido cloridrico, si legge in una nota, sono “che può avere un effetto distruttivo sulle forme di vita presenti nei dintorni, immediato ma temporaneo, limitato alle aree dove può arrivare senza essere sufficientemente diluito (decine di metri per un contenitore da 50 litri), dopo di che perde ogni effetto significativo”. “Eventuali pericoli di una contaminazione per l’ambiente – aggiunge l’Arpat – potevano dipendere quindi dalle sostanze (eventualmente) disciolte nell’acido e le analisi sinora effettuate portano ad escludere questo potenziale rischio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.