Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presidio della Cgil contro la bomba mafiosa di Brindisi

Più informazioni su

GROSSETO – La Cgil dice no alla violenza e organizza una serie di presidi in tutta la provincia contro la bomba mafiosa che, a Brindisi, ha ucciso due ragazze e ferito altri studenti. L’esplosione, causata da due bombole di gas probabilmente collegate ad un timer, ha investito in pieno le due ragazze dell’Istituto professionale per i servizi sociali ‘Morvillo-Falcone’, una scuola quasi esclusivamente femminile (a destra la scuola dopo l’esplosione. fonte:ansa).

Una bomba posizionata per uccidere secondo il preside dell’istituto, visto che a quall’ora il piazzale è pieno di studentesse che entrano a scuola. Un attentato molto probabilmente mafioso, visto che tra pochi giorni ricorrerà il ventennale della strage di Capaci. E proprio per opporsi a questa violenza la Cgil provinciale ha organizzato una serie di presidi: a Grosseto, alle 12.15, alla Cittadella dello studente sarà fatta opera di volantinaggio. “Il tempo è poco – affermano dal sindacato – ma siamo in emergenza democratica”. Altri presidi saranno organizzati anche ad Arcidosso e Santa Fiora.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.