Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Estate vicina, Scarlino detta le regole per la stagione balneare

Più informazioni su

SCARLINO – La stagione balneare a Scarlino inizierà il 2 giugno e si concluderà il 12 settembre. Sono queste le date indicate nell’ordinanza, emessa dal sindaco Maurizio Bizzarri , che disciplina tutte le attività balneari per il 2012. L’ordinanza fa riferimento a tutto il tratto di costa del comune di Scarlino con l’esclusione dell’area portuale. Nel periodo indicato gli impianti balneari devono attivare i servizi di salvamento e le loro strutture.

Attenzione particolare ai divieti introdotti con l’ordinanza. È l’articolo 3 a disporre i comportamenti da evitare: tra questi il divieto di lasciare sdraio e ombrelloni sulla spiaggia dalle 20 alle 8.30 del mattino e quello di esercitare attività commerciali senza regolare autorizzazione. Non si potrà lasciare i rifiuti fuori dai contenitori appositi e non si potranno accendere fuochi o falò sulla spiaggia. Tra le indicazioni contenute nel provvedimento c’è anche il divieto di praticare giochi, come ad esempio il tennis da spiaggia, durante l’orario di balneazione, nelle zone che possano recare danni alle persone. La lsita dei divieti è lunga: non si può tenere alto il volume di radio e stereo. Anche la pesca è vietata, sia sportiva che professionale, dalle 7 alle 20.

Per quanto riguarda i nostri amici a quattro zampe non si possono portare cani in spiaggia al di fuori delle aree appositamente dedicate con l’esclusione dei cani guida, dell’unità cinofile delle forze dell’ordine o di quelle impiegate per il salvamento. Come prevede l’ordinanza sono due le zone dove i cani possono essere portati: nel tratto di arenile compreso tra il porto turistico ed il canale di ritorno a mare delle acque di raffreddamento dell’area industriale (Canale Solmine), per un totale di 700 metri di fronte mare. E’ individuata in tale zona, nei pressi del “Canale Solmine” dove vige il divieto di balneazione preventivo, uno specchio acqueo in cui è possibile far entrare i cani in acqua; nel tratto di arenile, con un estensione di cinquanta metri di fronte mare circa, ubicato al confine nord con il Comune di Follonica. Al di fuori di questi tratti di spiaggia vige il divieto Cala Violina compresa.

In tali aree è obbligatorio l’uso del guinzaglio oltre che al possesso di idonea museruola e strumenti per la raccolta delle deiezioni. Anche se muniti di museruola e guinzaglio, i cani devono essere sempre accompagnati da una persona commisurata alla mole dell’animale. Il proprietario di un cane è sempre responsabile de controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, altri animali e cose. Chi non rispetta queste prescrizioni rischia una multa da 100 a  1.000 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mirco

    Saranno anche regole di convivenza civile ma a me paiono di regime.
    Anni addietro andare al mare era più naturale, ora s’impongono solo regole mentre ai parcheggi, per esempio, non ci pensa nessuno e se lo fa è a scopo di lucro. Bah…