Maremma WiFi: avanti tutta. Arriveranno altri 50 hotspot

Più informazioni su

GROSSETO – Maremma WiFi continua. Dopo l’installazione nell’estate scorsa dei primi 30 hot spot in 14 comuni, è al via la seconda fase. I particolari del progetto sono stati presentati ai comuni questa mattina, a Palazzo Aldobrandeschi dal vicepresidente e assessore alla riduzione del digital divide Marco Sabatini, da Nicola Falco, Amministratore Unico di Netspring, da Claudio Bellucci, Direttore di Netspring e da Sara Ferri, responsabile del progetto per Netspring.

In questi mesi le iscrizioni a Maremma WiFi sono cresciute costantemente, con dei picchi nei periodi di vacanza, per arrivare ai circa 4000 iscritti di questi giorni. Inoltre, sia il traffico di  dati che le connessioni, sono sempre stati costanti, con punte di circa 200 utenti al giorno, a dimostrazione del buon funzionamento della rete. L’obiettivo della seconda fase è di installare altri 50 hot spot entro l’estate, in modo tale da fornire il servizio a tutti i 28 comuni, in più località.

“Questo progetto è stato fortemente voluto dalla nostra amministrazione per gettare le basi di una provincia moderna, informata e aperta alle relazioni; è importante combattere il digital divide, e dare un contributo concreto al miglioramento della qualità dell’accoglienza turistica in Maremma – spiega il vicepresidente Marco Sabatini -. Siamo orgogliosi per come si è sviluppato il progetto, con circa 4000 iscrizioni abbiamo raggiunto l’obiettivo di fornire internet gratuito ai cittadini, ed ora con la seconda fase intensificheremo la presenza delle antenne, migliorando l’offerta in tempo per la stagione”.

Maremma WiFi è il progetto della Provincia di Grosseto che fornisce a cittadini e turisti la connessione gratuita ad internet nei luoghi pubblici del territorio provinciale, con la possibilità di navigare senza limiti di tempo. L’infrastruttura è realizzata dalla società Netspring mentre il sistema centrale di gestione di tutte le connessioni e delle password è affidato al Consorzio interuniversitario Caspur di Roma. L’amministrazione provinciale ha inoltre aderito alla rete nazionale Free Italia wifi, che permette all’utente iscritto a Maremma Wifi di navigare gratuitamente, con la stessa password, anche in altre città italiane del circuito, come Roma, Torino e Venezia.

Più informazioni su

Commenti