Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Confartigianato: il meeting formativo sarò una vetrina per la Maremma

Più informazioni su

GROSSETO – Dal menu della cena di gala, agli omaggi per gli ospiti, fino all’escursione guidata: tutto è griffato Maremma. Il Meeting formativo del movimento Donne Impresa di Confartigianato (Magliano in Toscana, da venerdì 30 marzo a domenica primo aprile), un appuntamento di rilevanza nazionale, rappresenterà senza dubbio un’importante vetrina per il nostro territorio.

E gli organizzatori hanno deciso di sfruttare al meglio la tre giorni, non tralasciando nessun particolare, dalla valorizzazione dei prodotti tipici locali e alla esaltazione delle bellezze della zona. Qualche esempio? Il menu della cena di gala del Meeting, in programma per sabato 31 marzo, avrà tutto il sapore della migliore cucina maremmana, con pietanze nostrane preparate con prodotti forniti da aziende grossetane. Salumi, formaggi, crostini, carpaccio di spigola e di orata, tortelli di pesce su una vellutata di crostacei, pici ai funghi, tagliata con rucola e pecorino su un letto di peperoni grigliati, insalata mista, crostata di ricotta e biscotti maremmani.

A fare da sottofondo alla serata la bella voce di un talento locale noto in Italia e all’estero, il baritono Roberto Nencini, famoso tra le altre cose per la partecipazione al musical Pinocchio, nella veste di Mangiafuoco. Non solo: il programma prevede una gita guidata in due dei più bei borghi delle Colline del Tufo: Pitigliano e Sovana. Il tour sarà un’occasione per far conoscere alle imprenditrici questo scorcio di Maremma, così come la location scelta, il Borgo di Magliano, capace di offrire uno spettacolo mozzafiato. Alle partecipanti Confartigianato Grosseto ha deciso di lasciare poi un ricordo particolare, composto da una confezione di biscotti, una bottiglia di Morellino, dal libro di Maremma Wine Shire della Camera di Commercio di Grosseto e da quello di Giulio Sapelli, “L’inverno di Monti”, e infine da un kit promozionale fornito dalla Provincia di Grosseto.

I relatori invece nelle loro stanze troveranno una litografia creata da un artista gigliese, Leonardo Scarfò che ha cercato di rappresentare i punti chiave della tradizione locale. “L’idea di un omaggio artistico dell’anima della Maremma – dice l’artista – mi ha permesso di immaginare una figura di antica, sovrana bellezza: questa sorregge, con una mano, il cielo e l’orizzonte di questa terra, le sue splendide isole, il mare smeraldino, le variegate coste, i campi, i boscosi entroterra, i picchi e le valli dove rocche e fiumi abitano il nitido silenzio. La figura è attorniata dagli immancabili richiami alla tradizione dei butteri e dunque, dell’allevamento dei buoi, simbolo di forza, più i riferimenti alle arti e agli antichi mestieri”. Le aziende che forniranno i prodotti della cena di gala e i regali sono il salumificio Mori (Tornella), La Valle degli Ulivi (Semproniano), Agrobiologia Le Tofane (Alberese), Orbetello Pesca Lagunare (Orbetello), Apicoltura Maremma Miele (Scansano), C’era una volta Capalbio (Capalbio), S.i.c.a.s. di Marzia Hublitz snc (Grosseto), Corsini (Castel del Piano), La Murciaia (Marsiliana), ditta Terenzi (Scansano).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.