Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nautica a Follonica, Api: sì agli ampliamenti, ma più attenzione per la darsena di Prato Ranieri

Più informazioni su

FOLLONICA – La nautica a Follonica rappresenta un’attività sociale e ricreativa molto importante, un modo di vivere il mare che interessa tanti cittadini del Golfo. Sulla necessità di garantire una maggiore disponibilità di posti barca interviene Alleanza per l’Italia che dice sì al progetto di ampliamento che riguarda il fosso Cervia e chiede maggiore attenzione per l’idea di realizzare una nuova darsena a Prato Ranieri.

«Condividiamo – si legge nella nota del coordinamento dell’Api Follonica – i nuovi progetti di ampliamento che riguardano il circolo Cala Violina ed il fosso Cervia, e l’ipotesi di una nuova darsena a Prato Ranieri deve essere presa nella giusta considerazione. Alleanza per l’Italia è consapevole che non possiamo far passare sotto silenzio l’impatto ambientale che un intervento del genere comporta, ci preme sottolineare, quale presupposto, che nautica sociale è sinonimo di interesse pubblico il quale non viene perseguito se i costi per i posti barca raggiungono cifre eccessive, ne se gli ormeggi previsti superano le misure standard».

«Considerando i progetti di ampliamento già approvati, suggeriamo alla Amministrazione Comunale di espropriare, per pubblica utilità, il terreno strettamente necessario alla individuazione di una darsena dotata di un numero di posti barca commisurati alle reali esigenze della nautica sociale follonichese che, attraverso questa proposta, potrebbero essere acquistati a prezzi concretamente contenuti e quindi accessibili ad un maggior numero di persone che utilizzano la nautica come momento di svago.

Riteniamo che questa proposta sia in linea con le conclusioni del convegno sulla nautica organizzato dalla Amministrazione Comunale ad Ottobre 2011 nel corso del quale si è ricordato che non possiamo non considerare di stravolgere l’ambiente, ne di fare grossi condomini galleggianti operando anche in sinergia con le altre realtà già esistenti nel territorio».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.