Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Provincia e Tribunale di Grosseto hanno attivato 10 nuove borse lavoro

Più informazioni su

GROSSETO – Prosegue la collaborazione tra Provincia e Tribunale di Grosseto per offrire opportunità formative e di integrazione del reddito ai  lavoratori diversamente abili che non hanno un’occupazione. A partire dal 20 febbraio sono state attivate 10 nuove borse lavoro della durata di 12 mesi: i beneficiari della misura sono 5 uomini e 5 donne residenti nel territorio provinciale, che stanno facendo esperienza negli uffici giudiziari di Grosseto (nella foto il presidente del Tribunale Michele Addimandi e il presidente della provincia Leonardo Marras).

L’impegno è di 30 ore settimanali. Tutte le spese del progetto, compresi i compensi dei borsisti, sono interamente sostenute dalla Provincia, che seguirà i  lavoratori durante tutte le fasi del progetto attraverso i servizi del Centro per l’impiego. La misura è coperta con le risorse del fondo regionale per l’occupazione dei disabili.

“Dalla firma del Protocollo d’intesa nel 2010 si è ormai consolidato un proficuo rapporto di collaborazione con il Tribunale di Grosseto – spiega Leonardo Marras, presidente della Provincia – che ci ha consentito di ripetere negli anni una misura originale quanto efficace dal punto di vista dell’ aggiornamento delle competenze e dell’integrazione del reddito per le persone a rischio di esclusione dal mondo del lavoro. Purtroppo non possiamo garantire, al termine di questa esperienza,  una sicura ricollocazione del lavoratore, ma in un momento di crisi e di forte calo dell’occupazione, credo che anche la possibilità di attivare delle borse lavoro di 12 mesi sia una opportunità importante. Ringrazio, quindi, il Tribunale di Grosseto per averci permesso di realizzare questo progetto.”

Rispetto al semplice tirocinio, la borsa lavoro prevede lezioni in aula  e una parte teorica sostenuta con la formazione a distanza attraverso la piattaforma Trio.

“Si tratta di una importante attività formativa che stiamo portando avanti con convinzione –  commenta Michele Addimandi, presidente del Tribunale di Grosseto –. E’ un percorso dal grande valore sociale  e al tempo stesso una interessante occasione per agevolare il lavoro dei nostri uffici. Queste persone, infatti, vengono adeguatamente preparate e finiscono, così, per diventare una risorsa per il Tribunale stesso che le ospita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.