Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla Maremma l’appello del Pdl: rivogliamo i nostri Marò a casa

Più informazioni su

GROSSETO – Parte anche dalla Maremma e dal Pdl grossetano l’appello per risolvere al più presto la vicenda legata ai due soldati italiani arrestati in India e accusati di aver ucciso dei pescatori. A sostegno dei due Marò le parole del coordinatore comunale del partito Fabrizio Viggiani che parla per l’Italia di «rischio default» non solo economico, ma anche politico e sociale. Per questo il Popolo della Libertà coinvolgerà i propri rappresentanti nelle istituzioni per promuovere una iniziativa di sensibilizzazione: l’idea è quella di esporre in ogni edificio comunale un vessillo con su scritto “Rivogliamo i marò a casa. Viva l’Italia”.

«Ora più che mai – aggiunge – è necessario ritrovarci attorno a valori collettivi quali l’orgoglio nazionale . Siamo un popolo a cui è chiesto di accettare grandi sacrifici in una sorta di patto generazionale che guarda al futuro . La capacità con cui sapremo stringerci attorno a valori quali la nostra identità nazionale ci darà la forza e la dignità per affrontare questo momento  difficile  . Non vorremmo infatti che lo spread ci faccia sentire un po’ meno italiani o che la sfavorevole congiuntura economica ci faccia abbassare la testa in un contesto europeo dove , crescente , è il sospetto cose di casa nostra siano suggerite da osservatori esterni   Non siamo e non vogliamo essere italiani a metà».

«Da alcune settimane  – conclude Viggiani – due Militari Italiani  sono oggetto di una grande ingiustizia in India mentre rendevano onore agli impegni internazionali presi dall’Italia: a loro ed alle loro famiglie esprimiamo solidarietà e pretendiamo  che non siano abbandonati».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.