Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

All’Acquario Mondo Marino sono nati quattro squali Gattucci

Più informazioni su

VALPIANA – Nonostante il freddo glaciale all’Aquarium di Massa Marittima si sono verificati una serie di eventi che hanno rallegrato e riscaldato l’ambiente, infatti dalla fine di Gennaio si sono schiuse ben 4 uova di squali, Gattucci mediterranei comuni lungo le coste Toscane, i cui genitori sono ospitati presso la stessa struttura (nella foto uno degli esemplari dell’acquario).

I giovani squaletti che misurano alla nascita meno di 10 centimetri dopo meno di 48 ore hanno iniziato ad alimentarsi, accuditi dalle attente mani dei biologi del Centro che li hanno nutriti con pezzetti di gamberi e cozze triturati finemente. I giovani squaletti verranno monitorati da uno stagista dell’Università di Siena che in tal modo raccoglierà dati per la sua tesi di laurea, per tutto l’inverno e la prossima primavera, verificando i tassi di crescita, le esigenze di alimentazione e le condizioni chimico fisiche dell’acqua della vasca che li ospita. I visitatori giovani e meno giovani potranno osservare i piccoli nella vasca all’entrata dell’Aquarium.

Questo evento è molto importante per la struttura maremmana, perché inserito in un più ampio programma attivo nel centro, dedicato allo studio della biologia di varie specie di squali. Da due anni, ovvero dall’apertura del Centro, vengono raccolti dati sulle 6 specie di Squali, mediterranei e tropicali ospitati, tali dati sono utilizzati sia dagli studenti in stage per le loro tesi (già 6 studenti hanno completato il loro ciclo di raccolta dati e 4 si sono laureati nelle università di Siena e Messina) che per realizzare pubblicazioni da presentare ai  congressi scientifici nazionali ed internazionali come avvenuto in ottobre scorso quando una rappresentanza dell’Aquarium ha partecipato al Meeting dell’Associazione Europea Elasmobranchi a Berlino. Da Gennaio a giugno verranno ospitati in totale 6 studenti in stage, provenienti dalle Università di Pisa, Siena (Follonica) e delle Marche per la raccolta dati per lo studio sia dei Gattucci ma anche degli Squali bamboo e nutrice provenienti dal sudest asiatico.

Il Centro continua la sua collaborazione con la Shark Alliance, organizzazione europea con sede a Bruxelles, per informare il pubblico sulle problematiche di conservazione degli squali nei mari europei e collabora con la Dive system che sponsorizza le attività del Centro Studi Squali   ospitato all’aquarium. Il Centro che si sta molto impegnando in queste tematiche e mette a disposizione degli studenti universitari italiani, una delle poche strutture disponibili dove poter osservare e studiare gli squali, spera di poter ampliare ulteriormente le proprie attività di ricerca usufruendo di “sponsorizzazioni di privati”, non usufruendo al momento di nessuna sovvenzione pubblica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.