Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza neve: situazione ancora critica in provincia

Più informazioni su

GROSSETO – “Il grande lavoro del personale della Protezione Civile provinciale e dei Comuni – sottolinea Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto, ha consentito di dare una risposta efficace all’emergenza neve che ha investito il nostro territorio. L’eccezionalità dell’evento è stata affrontata anche grazie lo straordinario impegno solidale della nostra comunità. Senza il volontariato “spontaneo”, l’aiuto tra vicini e paesani, la situazione si presenterebbe oggi molto peggiore. Contemporaneamente – continua Marras- è scattato il sistema della Protezione Civile nazionale e regionale che con personale e mezzi ci sta aiutando a risolvere le situazioni più critiche” (Foto: Stefan Bohli).

Situazione in lento miglioramento. Lentamente, ma costantemente la grave situazione determinata dalla forte perturbazione nevosa è in via di normalizzazione. Rimangono situazioni di forte criticità nei Comuni di Pitigliano, Sorano e Castell’Azzara, nel collegamento con Seggiano e lungo le strade che conducono alla Vetta Amiata.

Resta alta la tensione per la cura del bestiame degli allevamenti situati in zone difficilmente raggiungibili con mezzi meccanici. La rete delle organizzazioni professionali dell’agricoltura segnala molte aziende in difficoltà. La Protezione Civile provinciale coordina il volontariato che interviene in supporto degli allevatori.

Le aree critiche. Il coordinamento regionale della Protezione Civile ha inviato una serie di aiuti per agire nei punti in cui si riscontrano maggiori difficoltà per la popolazione. Da Lucca sono arrivati 3 addetti e due mezzi con lama e turbina che sono stati impegnati nell’area di Seggiano e più in generale parte alta dell’Amiata. Trenta volontari, sempre inviati dal ccordinamento regionale, sono impegnati (10 per paese) a liberare con pale e altri strumenti manuali, le strade dei centri storici di Pitigliano, Sorano e Castell’Azzara dove i mezzi meccanici non possono intervenire. Sempre nell’area delle Colline del Tufo, con base operativa a Castell’Azzara, stanno lavorando gli uomini della colonna specializzata proveniente da Bolzano.

Viabilità buona. Le strade provinciali sono quasi tutte percorribili, gran parte con pneumatici da neve o catene montate. Solo tratti limitati sono ancora chiusi o a corsia unica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.