Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sel: l’emergenza si chiama lavoro

Più informazioni su

Gavorrano – Le scelte del governo Monti, la legge elettorale, l’emergenza lavoro e le privatizzazioni. All’incontro organizzato da Sinistra Ecologia e Libertà, che ha visto la partecipazione di Marisa Nicchi della direzione nazionale di Sel, Tiziano Baldanzi, consigliere provinciale e Massimo Borghi, sindaco di Gavorrano, sono stati affrontati i principali temi di attualità che riguardano l’economia e la società italiana. Ad aprire il dibattito Nicola Manela, segretario comunale di Sel che ha parlato anche dei costi della politica. «Quando si chiede un sacrificio, la gente può essere anche disponibile, ma se chi lo chiede per primo non è disposto a farlo si scatena un sentimento di avversione per la politica». Durante l’incontro è intervenuto anche il sindaco di Gavorrano che ha posto l’accento sui problemi che riguardano il comprensorio delle Colline Metallifere sopratutto per quanto riguarda l’occupazione. «La situazione per il lavoro è molto difficile. Il lavoro non c’è e per tante persone si stanno esaurendo anche gli ammortizzatori sociali». Sulla fase che sta attraversando il paese Borghi ha espresso preoccupazione per le riforme, ancora in via di definizione, legate alle liberalizzazioni. «Privatizzare i servizi pubblici – ha detto Borghi – è un errore, gli esempi del passato come Telecom ed Enel ci dovrebbero far capire a cosa andiamo incontro».

Presenti all’incontro anche il segretario dell’Unione Comunale del Partito Dmeocratico Massimo Vigni, il segretario del Psi Rossano Galletti, il coordinatore del comitato cittadino Gente Comune Emanuele Cascioli, il coordinatore di Alleanza per l’Italia Salvatore Acquilino e i rappresentanti delle organizzazione sindacali Cgil, Spi e il presidente dell’Auser Vasco Sammicheli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.