Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Memorie di Miniera: il giorno di Santa Barbara foto

Più informazioni su

di Silvano Polvani e Maurizio Orlandi

Quinta Parte – Come in tutti i villaggi minerari, anche a Gavorrano la giornata più importante e più attesa coincideva con la celebrazione di Santa Barbara, la protettrice dei minatori. La devozione e il rispetto di questa Santa, le cui icone venivano posate all’interno delle gallerie, piuttosto che un reale sentimento religioso, erano espressione della credenza popolare che vedeva in essa il simbolo contro le avversità e i pericoli della miniera.

Nel giorno della ricorrenza, la sveglia era data da fragorosi boati delle mine fatte esplodere a salve; la banda del paese, poi, suonava per le strade di Gavorrano in segno di saluto e di augurio. All’interno dei cantieri di trattamento, proprio sotto il castello del pozzo di estrazione, veniva celebrata la funzione religiosa alla quale partecipavano tutti i minatori con i loro famigliari.

Nello stesso giorno, inoltre, i dirigenti della Montecatini procedevano alla premiazione dei “Fedeli alla miniera”, coloro cioè che avevano maturato venti e trent’ anni di attività mineraria, consegnando, come previsto dal contratto nazionale di lavoro, un premio in denaro pari ad una o due mensilità di paga. Il pomeriggio infine era dedicato ai festeggiamenti dei premiati, si faceva festa nei bar, nelle osterie e nelle cantine del paese.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.