Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Un cuore rossoblù per Mario Matteini foto

Più informazioni su

Bagno di Gavorrano – Un grande cuore rossoblù che circonda una “emme”, la lettera di Mario Matteini e del Malservisi: da oggi lo stadio di Bagno, insieme al nome di una delle bandiere del Gavorrano degli anni cinquanta, porta anche il nome dello storico presidente dell’Unione Sportiva. Una scelta voluta fortemente dalla società e dall’amministrazione comunale per ricordare degnamente il compianto presidente e rendere omaggio alla memoria di Matteini.

Per lui per ricordare la sua figura in questo giorno di festa per la società rossoblù, decine di giovani atleti, piccoli calciatori di domani che hanno partecipato con entusiasmo alla cerimonia di cointestazione dello stadio, hanno disegnato a cavallo del cerchio di centrocampo un immenso cuore con al centro la lettera “emme”, un cuore che idealmente ha rappresentato il grande cuore di Mario Matteini, uomo simbolo della società per anni. Pochi presidenti nella storia del calcio hanno saputo trasmettere il proprio carattere alla loro societò, «Matteini era uno di questi» ha detto il vicepresidente Luigi Mansi.

«Abbiamo deciso di cointestare lo stadio a Mario Matteini – ha detto il sindaco Massimo Borghi, che insieme alla figlia di Mario, Michela Matteini, ha scoperto la targa con il doppio nome dello stadio – perché con il suo impegno è stato un vero punto di riferimento per lo sport e in particolare per il calcio a Gavorrano; con questo gesto vogliamo ricordarlo e farlo ricordare anche alle generazioni future».

«Abbiamo preparato – ha detto Paolo Balloni, presidente dell’Unione Sportiva – questo evento con il cuore e abbiamo voluto ricordare Mario con la presenza di tanti giovani in un giorno di festa per lo sport grazie anche alla gara di Coppa Italia contro il Pisa».

La partita – Nel giorno del debutto nello stadio “Malservisi-Matteini” il Gavorrano si arrende per 1-0 al Pisa. Una sconfitta che i gli uomini di Mister Pagliuca non avrebbero meritato, sopratutto per la prova offerta durante la prima frazione di gara. Propri nel momento migliore della squadra di casa è arrivato il vantaggio per i nerazzurri: al 19° del primo tempo l’arbitro ha fischiato un rigore per il Pisa trasformato da Perez. Un gol pesante che deciderà poi la partita. Una sconfitta dunque per il Gavorrano che ha comunque disputato una buona partita considerando anche i tanti giovani che erano stati schierati da Pagliuca. Una festa dello sport come era nelle aspettative della società e del pubblico che ha voluto salutare ancora una volta l’indimenticato presidente Mario Matteini.

(in basso il Foto Album di questa giornata dedicata alla memoria di Mario Matteini)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.