Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Gavorrano nasce il Terzo Polo

Gavorrano – “Gavorrano Democratica” e “Alleanza per l’Italia”, il partito che fa riferimento a livello nazionale a Francesco Rutelli, hanno costituito a Gavorrano un nuovo soggetto politico, una federazione che unisce le due esperienze politiche vicine per programmi e valori. Con un comunicato congiunto “Gd” e Api hanno formalizzato il loro accordo, una federazione nella quale entrambi i movimenti agiranno pur mantenendo le proprie autonomie. La decisione è stata presa dalle due segreterie. Ad annunciare l’accordo i due segretari, il neo eletto Giuseppe De Biase per “Gd” e Salvatore Acquilino per l’Api.

«La creazione di un unico polo moderato – si legge nel comunicato – costituisce un passaggio importante per colmare un vuoto di rappresentanza che a questa area si riferisce. Nasce da questi presupposti quello che vuole essere il Terzo Polo Gavorranese, Terzo Polo che per cultura e tradizione della nostra provincia è vicino al centro sinistra, attraverso l’ufficializzazione dell’Alleanza tra Gavorrano Democratica ed API. Un progetto fortemente voluto dai rappresentanti dei due schieramenti che trae le sue basi dall’espressione politica provinciale, regionale e nazionale di API e dal programma di Gavorrano Democratica».

«Siamo certi di poter dar vita ad un percorso duraturo e di crescita, ancor più rigoroso perché fondato sul rispetto delle idee e dei principi oltre che delle persone: percorso che speriamo venga condiviso da altre forze moderate per crescere ed affermarsi. Una condivisione forte che nasce dal basso dunque; che parte dalle esigenze dei cittadini e cresce attraverso l’impegno quotidiano attento alla società civile per andare oltre la crisi degli Enti locali e la crisi di rappresentanza che oggi affligge la politica, troppo lontana dagli ideali e dai problemi reali».

Grazie all’accordo raggiunto tra le due segreterie il capogruppo in consiglio comunale di Gavorrano Democratica, Ester Tutini diventerà anche il portavoce in consiglio di Alleanza per l’Italia, così come Gavorrano Democratica avrà a disposizione «l’apparato politico provinciale di Api».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il fanta

    Sono contento che persone abbiano trovato la sua giusta collocazione in uno schieramento politico che per ora si definisce in un modo un po presuntuoso ” Terzo polo “. Il punto di riferimento a livello nazionale di terzo polo è altra cosa, molto più organca e complessa che una semplice alleanza tra due importanti schieramenti. Ma non è questo un problema, a Gavorrano siamo abituati alle autodefinizioni sia di liste che di associazioni. Mi chedo solo due cose. La prima è quella di sapere che fine faranno una volta che viene chiarito con determinatezza e convinzione il ruolo e il posto che si vuol occupare come schieramento ” terzo polo ” quelli che hanno di botto aderito durante le elezioni comunali convinti che facessero parte di uno schieramento di centrosinistra? Coloro che per le mie comoscenze sono stati considerati a questo punto usa e getta?. L’altra è al’affermazione “Nasce da questi presupposti quello che vuole essere il Terzo Polo Gavorranese, Terzo Polo che per cultura e tradizione della nostra provincia è vicino al centro sinistra”. A Gavorrano questo purtroppo non vuol dire nulla, tutti gli schieramenti, fatto salvo il PDL, si dichiarano di centro sinistra e tutti si autodefiniscono il vero centrosinistra. Allora mi chiedo quale è il centro sinistra a cui si sentono vicini i neo costituendi del terzo polo? Questo naturalmente se le cose rimangono così come sono, se poi, come è mio auspicio, esistesse davvero un solo centro sinistra unito che ha come alleato il non scontato terzo polo andrei a letto molto più tranquillo e sereno convinto che qualche problema del nostro territoro venga risolto veramente.