Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’opposizione: solidali con Borghi, ma vogliamo garanzie

Più informazioni su

Gavorrano – Dopo il Pd anche Gavorrano Democratica prende posizione sulla questione ancora aperta della presunta ineleggibilità di Massimo Borghi. Una posizione di vicinanza e solidarietà nei confronti di Borghi con la richiesta al sindaco e alla maggioranza di chiarire la sua condizione. «Esprimendo preoccupazione –  si legge nella nota del coordinamento di Gavorrano Democratica – per la delicata situazione che si è venuta a creare nel Comune di Gavorrano attorno al tema dell’eleggibilità del Sindaco Massimo Borghi, torniamo a sottolineare che vi sono regole alle quali nessun cittadino deve sottrarsi a rispetto e tutela del proprio elettorato e della governabilità di una amministrazione. Esprimiamo la nostra volontà di collaborazione per far uscire il Comune dalla situazione di stallo ed immobilismo che si protrae ormai da due anni, e verso la quale è obbligatorio, se non doveroso, un senso di responsabilità civile per garantire il benessere di tutti i cittadini».

«In questo spirito – continua la nota – chiediamo alla maggioranza ed al sindaco di chiarire la propria posizione, restando disponibili in ogni situazione a dare il nostro contributo costruttivo e di garanzia nelle scelte importanti che dovremo andare ad affrontare. Ci richiamiamo agli appelli di coesione, pur nelle proprie prerogative, del Capo dello Stato e li facciamo nostri nell’interesse di tutti. Abbiamo dato fiducia a questa maggioranza uscendo dall’aula al momento della dichiarazione di eleggibilità e votando a favore del bilancio di previsione, adesso spetta alla maggioranza nella persona del Sindaco farsi carico verso gli elettori della correttezza della propria elezione e garantire governabilità al territorio».

«Gavorrano Democratica – concludono dal coordinamento – pertanto esprime solidarietà alla persona Massimo Borghi, ma al contempo chiede al sindaco Massimo Borghi rigore, garanzie e di non vanificare per un errore personale, ancor più grave perché banale, il lavoro fatto e la fiducia accordatagli».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.