Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La squadra di Paolo Balloni foto

Più informazioni su

Presentata la lista dei candidati consiglieri di Gavorrano Democratica: Serena Remi sarà capolista; a Stefania Ulivieri la delega al bilancio come assessore esterno in caso di vittoria; il candidato più giovane ha 27 anni

Gavorrano – Apertura della campagna elettorale per Paolo Balloni, candidato a sindaco della lista civica “Gavorrano Democratica”. Al cinema Roma di Bagno, Balloni ha presentato la sua squadra in vista delle prossime amministrative del 15 e del 16 maggio. Due le donne presenti in lista, mentre il candidato più giovane ha 27 anni e l’età media dei dodici candidati è di 40 anni. Serena Remi, come annunciato da Balloni già nel mese di gennaio, sarà la capolista. Questi gli altri candidati in ordine alfabetico: David Baragiola, 35 anni insegnante, Andrea Biagetti, 36 anni impiegato, Alessandro Cetrullo, 38 anni geometra, Giuseppe De Biase, 43 anni impiegato, Alvaro Dezi, 58 anni pensionato, Marco Falciani, 27 anni studente, Dario Mattafirri, 35 anni ingegnere, Andrea Maule, 30 anni Agrotecnico, Mauro Sartori, 45 anni operaio, Giacomo Signori, 38 anni impiegato, Ester Tutini, 49 anni insegnante..
Nella squadra di Paolo Balloni ci sarà anche Stefania Ulivieri. In caso di vittoria sarà lei l’assessore esterno con delega al Bilancio della giunta guidata da Balloni.

Gavorrano Democratica: la saudra di Paolo Balloni, Serena Remi è la capolista

Insieme ai dodici candidati alla carica di consigliere comunale è stato presentato anche il programma elettorale. Tra i punti messi in evidenza da Balloni quello relativo allo sviluppo economico del territorio. «In queste settimane abbiamo lavorato insieme al programma da presentare agli elettori. Noi siamo convinti di vincere e io metto a disposizione la mia esperienza di dieci anni di amministratore. C’è bisogno di far ripartire il comune, soprattutto la sua economia, l’occupazione e il lavoro anche attraverso il rilancio del turismo con i progetti legati alle terme e al Parco Nazionale delle Colline Metallifere. Per fare questo ci sarà anche la necessità di investire nel personale del comune e di ricercare i risorse per finanziare i progetti».

Durante il suo intervento Balloni non ha risparmiato critiche ai suoi avversari e soprattutto a Francesca Mondei e a Massimo Borghi. «La Mondei e il Pd sono totalmente inaffidabili – ha spiegato Balloni -. Il Partito Democratico non è più in sintonia con il territorio. Grazie a Borghi – ha aggiunto Balloni – in questo anno e mezzo abbiamo perso la Asl ai Bagnetti». Poi Balloni rivolgendosi a Borghi ha detto: «non è stato signorile aver occupato per due mesi quasi tutti gli spazi per le affissioni pubbliche. Anche da qui passa la democrazia e il rispetto per gli altri».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vanessa mori

    Ennesima … in quell’occasione una platea di 150 persone . Io c’ero ero presente eravamo circa una 60 di persone … … . Un’altro modo di … … …

  2. Scritto da Mario

    Marco Enisi ogni giorno parla del Pd e di Francesca Mondei. Pensa che il Pd non sia più in sintonia con il territorio. Non si dovrebbe allora preoccupare delle prossime amministrative di Gavorrano. Se il Pd è così “messo male” a lui andrà bene.
    Quello che non capisco è tutta questa considerazione. Si vede forse che qualcuno ha timore che non sia proprio così “messo male” il Pd che è alleato con Italia dei Valori e con la Federazione della Sinistra.
    Forse conviene aspettare maggio…

    1. Scritto da Marco Enisi

      Perchè ogni analisi politica deve essere ricondotta necessariamente nell’ambito di uno scontro fra tifosi ? Non si può essere di sinistra e non per questo analizzare con lucidità i limiti del PD ? Ho assistito all’incontro/intervista di Telese con Di Pietro a Grosseto. Il miglior momento della serata è stato l’ “assolo” di Telese quando parlava delle campagne pubblicitarie del PD.
      Purtroppo non lo leggerete sulle pagine di cronaca locale, ma l’affondo alla politica ambigua di questo partito è stato ficcante,ironico e di grande verità. Forse occorre capire che c’è bisogno in Italia di una sinistra nuova e che il PD non sarà capace , purtroppo , con l’attuale classe dirigente, di rappresentare degnamente le classi sociali che ha la pretesa di rappresentare.

      1. Scritto da CASTELLI VITALIANO

        si !

  3. Scritto da Marco Enisi

    Su una cosa ha ragione Balloni: il Pd non è più in sintonia con il territorio !! Primarie a comodo (Orbetello) ed alleanze imposte a dispetto della coalizione (con UDC a Grosseto).Il risultato è la conseguente spaccatura a Gavorrano ! Poi uno si chiede perchè il centro-destra , nonostante tutto,riesce ad ottenere tanti voti… è ovvio!!

  4. Scritto da CASTELLI VITALIANO

    si poi si vede a maggio chi ha perso contatti con il territorio ! e poi vorrei sapere cosa significa capolista ! mi sa che paolo non ha visto la presentazione della nostra candidata venerdi’ sera !