Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Espulsione dal Pd, Balloni: contro di me «un editto bulgaro»

Più informazioni su

Il candidato della lista civica: «Gavorrano è stanca di questi metodi»

Gavorrano – Prime reazioni dopo l’espulsione di Paolo Balloni (foto a destra) e Serena Remi dal Partito Democratico. In una nota il candidato a sindaco della lista civica Gavorrano Democratica scrive che «la decisione del Pd di estromettere Balloni e Remi lascia lascia sconcertati per il modo di agire, per come vengono gestite le questioni interne di un Partito che dovrebbe innanzitutto rappresentare la gente, e non solo la sua classe dirigente».

«Questa estromissione puzza di editto bulgaro, ma non sorprende se pensiamo al metodo applicato per scegliere il loro candidato a sindaco – commenta Paolo Balloni –. A Gavorrano si è stanchi di questi sistemi, delle guerre intestine, di dover subire passivamente le decisioni delle solite 4-5 persone. Il Pd sta perdendo non solo alleati, ma anche consensi. Sarebbe opportuno che se ne rendesse conto. La notizia del pronunciamento definitivo dei Garanti è solo un modo per spostare i riflettori su un Partito che, allo stato attuale delle cose, alle elezioni rischia di fare un grosso buco nell’acqua (nei sondaggi promossi dal PD regionale la candidata Mondei è data ultima) e gettare inutilmente discredito su chi invece, come noi, sta già registrato qualche successo».

«Sono entrato nel PD con convinzione, credendo a un progetto politico ben preciso, ma le mie aspettative sono state ben presto disattese – prosegue Balloni —. Nel mio Comune, ma non solo, per la scelta del candidato a sindaco sono state applicate metodologie non condivisibili, affatto democratiche e non ispirate ai valori fondanti di questo Partito. Le tanto acclamate primarie sono state sostituite da imposizioni dall’alto. Questo è un sistema che non mi appartiene. La nostra lista civica sarà al servizio del territorio comunale. È composta da gente nuova ed esprimerà una nuova classe dirigente che, se gliene sarà data la possibilità, saprà guidare con serenità e professionalità il nostro comune nei prossimi 5 anni».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Elena

    Ce ne hai messo tu Vitaliano ad andare in pensione…Non sei il miglior pulpito dal quale può provenire una predica.
    Sapremo scegliere chi votare,anche alla luce di questi fatti..non temere!

    1. Scritto da CASTELLI VITALIANO

      PREMESSO CHE IO HO SEMPRE FATTO POLITICA SENZA MAI PRETENDERE NIENTE X ME E CONTINUERO’ COSI’, TI INVITO A DIMOSTRARE IL CONTRARIO E CMQ VOTA CHI TI PARE ! CIAO

  2. Scritto da CASTELLI VITALIANO

    IO INVECE SPERO CHE GAVORRANO SIA STANCA DI GENTE CHE DA OLTRE 40 ANNI TENTA DI … … PIU’ ALTA DEL NOSTRO COMUNE, … …. E’ ORA DI CAMBIARE, LUI E TUTTI QUELLI COME LUI, INDIPENDENTEMENTE DAI PARTITI DI APPARTENENZA, OCCUPINO LA POLTRONA DI CASA DAVANTI ALLA TV CON IL PLAYD SULLE GINOCCHIA E LASCINO ALLE NUOVE GENERAZIONI IL GOVERNO DEL LORO FUTURO ! VAI FRANCESCA ! MANDALI TUTTI IN PENSIONE !!