Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castellaccia: no all’autovelox, sì alla bonifica

Più informazioni su

Il commissario straordinario risponde alle richieste del circolo Pd di Casteani e Castellaccia

Gavorrano – Nessun autovelox alla Castellaccia. Il commissario straodinario di Gavorrano Vincenza Filippi risponde alla sollecitazione avanzata da Daniele Tonini, coordinatore del circolo del Partito Democratico di Casteani e Castellaccia. La normativa non consente di poter installare postazioni fisse di controllo della velocità sulla provinciale che taglia in due la frazione della Castellaccia diventando per il tratto che attraversa il centor abitato via della Repubblica.
«Su queste strade (in riferimento al caso della Castellaccia) – si legge nella nota del comune di Gavorrano – permane l’attività di controllo della velocità con l’intervento diretto degli organi di polizia stradale e non tramite postazioni fisse. Tuttavia e’ opportuno precisare che l’Amministrazione comunale si è fatta carico del problema della viabilità nella frazione ed ha dato incarico ad una ditta specializzata di provvedere al rifacimento della segnaletica orizzontale, nella fattispecie con attraversamenti pedonali e con l’ installazione di due segnali composti di pericolo, dotati di luci lampeggianti intermittenti, in prossimità dei cartelli di inizio di centro abitato».
Scartata anche la possibilità di installare dosse di rallentamento: sono considerati “fuori legge” e non conformi alla circolazione stradale.

Notizie positive invece per l’altro problema che era stato segnalato da Tonini e relativo alla bonifica del serbatoio di gasolio del centro sociale. Il progetto di bonifica è stato approvato: sarà necessario un investimento tra i ventimila e i trentamila euro e l’opera potrebbe essere realizzata già entro il mese di maggio. «Per l’effettuazione dei lavori – si legge nella nota del commissario – si prevede una tempistica di circa una settimana, da concordare anticipatamente con ARPAT, che è l’organo regionale che dovrà presenziare ai campionamenti della matrice terreno, nonché alle relative operazioni di bonifica. L’Ufficio ambiente di questo Comune ha richiesto l’invio, entro il 15 marzo, di un preventivo, in via informale, a tre Ditte abilitate, ai fini dell’assegnazione dei lavori mediante cottimo fiduciario e, considerati i tempi per l’effettuazione delle verifiche di legge, si prevede di poter effettuare gli stessi entro maggio 2011».

Per quanto riguarda la manutenzione del marcipiede di via della Reppubblica (terzo dei quesiti presentati da Tonini, ndr) l’amministrazione comunale chiarisce che la strada è di proprietà provinciale e che non ci sono marciapiedi ma ampie banchine. «In generale le condizioni delle banchine sono buone eccetto dove sono ubicati i cassonetti che presentano rigonfiamenti dell’asfalto causate dalle radici dei pini. Per risolvere il disagio segnalato si provvederà a chiedere al CO.SE.CA. lo spostamento dei cassonetti di qualche metro, in area più livellata. Per l’intervento di manutenzione si dovrà acquisire l’autorizzazione della Provincia ed il finanziamento dell’intervento che al momento non è previsto».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.