Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Geoparco, Gavorrano abbraccia la Corea

Più informazioni su

Una delegazione coreana in visita alla sede del Parco delle Colline Metallifere e nei siti minerari del territorio; hanno scelto il nostro geoparco per capire come entrare a far parte della rete Unesco

Gavorrano – Dalla Corea alle Colline Metallifere. Dall’Asia alla Maremma per carpire i segreti del Geoparco entrato a far parte dal mese di ottobre della rete europea riconosciuta dall’Unesco. Dopo mesi di relazioni via internet e via mail domani (lunedì 14 febbraio) i rappresentanti del Parco delle Colline Metallifere e del Parco naturale della Dmz, nella regione Gangwon-do, si incontreranno e potranno confrontarsi portando in dote le esperienze  di due realtà diverse e lontane.

Gangwon-do si trova nella parte centro-orientale della penisola coreana. E’ una zona, recentemente demilitarizzata, ricca di boschi, di scenari mozzafiato, remote gole e montagne con una geomorfologia unica al mondo. Una delegazione di 5 amministratori del Parco naturale della Dmz visiterà il comprensorio metallifero, partendo proprio da Gavorrano. L’obiettivo dei coreani è capire come si entra nel network globale dei geoparchi Unesco, come si gestisce un geoparco e si sviluppano piani di promozione turistica. Ma la volontà del dottor Kim Chang Hwan e dei suoi collaboratori è anche quella di approfondire altri aspetti della gestione quotidiana di un geoparco: dalla formazione del personale al marketing, passando per i rapporti con gli abitanti del territorio.

La “capitale” del Parco: Gavorrano ospita la sede del Parco delle Colline Metallifere; la delegazione coreana visiterà i siti minerari più significativi presenti sul territorio del nostro comune; sopra l’edificio degli ex Bagnetti che accoglie gli uffici amministrativi del Parco

L’INCONTRO – Ad accogliere gli ospiti e i giornalisti ci saranno, domani mattina alle 10 nell’area degli Ex Bagnetti, dove ha sede il Parco, il presidente Luca Agresti, il direttore Alessandra Casini, il geologo Riccardo Cinelli e la guida Fabrizio Santini, oltre ovviamente al commissario straordinario Vincenza Filippi.

LA VISITA – Museo minerario in galleria, centro congressi, teatro delle Rocce e Laboratorio La Finoria saranno visitati durante la mattina. Nel pomeriggio il gruppo si sposterà a Monterotondo Marittimo, alle Biancane, dopo una breve visita alla miniera di Ravi Marchi. Infine, in serata, il ritorno a Gavorrano e la riunione tra i due staff, con domande, scambio di informazioni ed esperienze e consegna del materiale richiesto.

«Abbiamo scelto Gavorrano e il parco metallifero toscano come modello – ha spiegato la dottoressa Jin Hey Kyoung, responsabile delle relazioni internazionali, in una lettera indirizzata ad Agresti – perché intendiamo valorizzare il territorio e siamo venuti così a conoscenza che qui si sta vivendo un periodo di successo e di crescita; in particolare siamo rimasti colpiti dagli elogi per il vostro impegno e la vostra praticità. Di conseguenza abbiamo ritenuto che conoscere più approfonditamente l’esperienza toscana potrebbe essere di grande aiuto anche per il nostro Parco».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.