Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Dimettiti Berlusconi»: il Pd in piazza per le firme

Più informazioni su

Mondei: «siamo soddisfatti, abbiamo avuto una bella risposta da parte dei cittadini»

Bagno di Gavorrano – Il Partito Democratico scende in piazza per chiedere le dimissioni del Presidente del Consiglio attraverso la raccolta di firme lanciata dal segretario Pierluigi Bersani con l’iniziativa del “Dimettiti Berlusconi”. A Gavorrano, dove il Pd ha organizzato due incontri di fronte alla Coop di Bagno, in due settimane sono state raccolte già 700 firme, «un traguardo importante – spiegano i democratici – anche perché come comune l’obiettivo minimo da raggiungere è quello delle 1500 firme entro l’8 marzo».
Presente all’iniziativa anche la candidata a sindaco di Gavorrano Francesca Mondei (foto in basso). «Siamo soddisfatti di questa iniziativa – ha spiegato la Mondei -, la gente è vicina al Pd anche in questa battaglia che ci vede impegnati in tutta Italia per raccogliere dieci milioni di firme per far dimettere Berlusconi. Abbiamo avuto una bella risposta da parte dei cittadini­ di Gavorrano».
.
.
“Dimettiti Berlusconi”: il Partito Democratico di Gavorrano ha raccolto 700 firme in due settimane; l’obiettivo è raggiungere quota 1500 prima dell’8 marzo

Ma le iniziative del Partito Democratico di Gavorrano non si esauriscono con la raccolta di firme. «In questi giorni – ci spiega Francesca Mondei – stiamo organizzando un pullman per raggiungere Roma e partecipare domenica prossima (13 febbraio, ndr) alla giornata di mobilitazione delle donne. Vogliamo essere presenti alla manifestazione “Se no ora quando”. Ciò che sta accedendo negli ultimi giorni in Italia – ha aggiunto la Mondei -, non può non provocare indignazione e voglia di cambiare. Serve una forte “rivoluzione” culturale da parte nostra e da parte di tutto il Paese. Questo riguarda in maniera particolare le donne, che devono contribuire ad una svolta, ad un cambiamento vero. Il 13 febbraio a Roma ci raduniamo per questo con la volontà di porre le basi per una nuova rivoluzione culturale che ci veda protagoniste insieme agli uomini».
Per approfondire:

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da castelli

    CARA GIULY, PURTROPPO VIVIAMO BRUTTI MOMENTI, DAVANTI ABBIAMO POCHE CERTEZZE, ALLORA TI RIVOLGO UNA DOMANDA : MA SE CONTINUIAMO IN QUESTO MODO DOVE ANDREMO A FINIRE ? CIAO E SCUSA L’INTROMISSIONE.

  2. Scritto da giuly

    non comprendo ,le cose senza berlusconi andranno meglio?ok voglio proprio vedere ma non si fà un italia nuova con le aggressioni non si costruisce il bene con il male..auguri