Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos nel Pd, dimissioni shock della Remi

Più informazioni su

Democratici nella bufera, la dimissionaria: «consegno il partito ai dirigenti provinciali»

Gavorrano – Partito Democratico nel caos a Gavorrano. La segretaria dell’unione comunale Serena Remi, appena rincofermata dal congresso di fine ottobre, ha rassegnato le sue dimissioni.
Con una lettera inviata agli organi di stampa e ai vertici provinciali e regionali del partito la Remi ha spiegato la sua scelta motivandola con l’impossibilità di gestire il clima difficile che sta attraversando il Pd di Gavorrano in questo momento.

Sopra: Serena Remi, segretaria dimissionaria del Partito Democratico di Gavorrano

Alla base della decisione drastica della segretaria ci sarebbero insanabili contrasti con una parte del partito sulla scelta del candidato a sindaco per le prossime ammnistrative del 2011. Nella lettera la Remi dice di essere stata contestata fin dal gionro del suo insediamento soprattuto sul metodo di scelta del candidato a sindaco.

«La proposta della Segretaria, scrive la Remi – era quella di individuare il candidato a Sindaco tra le varie proposte all’interno del Partito, consultando prima i Circoli e tesserati ed evitare così la candidatura dei precedenti 9 Consiglieri Comunali, eletti nell’Amministrazione Borghi, per dare un forte segno di rottura con il passato».

«Consegno il partito – continua la Remi – ai dirigenti provinciali. Non posso prendermi la responsabilità di una sconfitta e non posso diventare il capro espiatorio di errori di altri».

Un colpo di scena destinato a fare molto rumore tra i democratici e a lasciare ferite difficili da rimarginare prima dell’appuntamento elettorale della prossima primavera. Una mossa che potrebbe compromettere in modo definitivo il percorso del partito per ritrovare slancio e consensi tra cittadini ed elettori.

«Non voglio ritrovarmi – conclude la Remi – , ma soprattutto non voglio far ritrovare il partito nella situazione spiacevole già vissuta con la segreteria precedente alla mia. I singoli Circoli in questo momento, dopo la fase congressuale non spiccano sotto il profilo dell’ aggregazione (scarse numero presenze alle varie riunioni) e tutto questo non si trasforma in decisioni da prendere partecipate.  Invito il partito provinciale a farsi carico della situazione che si è venuta a creare nel Pd di Gavorrano». Dimissioni che come ha messo in evidenza la Remi sono “dolorose”, ma «con effetto immediato».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da anonimo

    Bravi bravi uniti x distruggere divisi x costruire

  2. Scritto da Anonimo

    E come disse Bartali:

    “Gli è tutto sbagliato, gli è tutto da rifare!”.

  3. Scritto da il FANTA

    La remi dice «La proposta della Segretaria, scrive la Remi – era quella di individuare il candidato a Sindaco tra le varie proposte all’interno del Partito, consultando prima i Circoli e tesserati ed evitare così la candidatura dei precedenti 9 Consiglieri Comunali, eletti nell’Amministrazione Borghi, per dare un forte segno di rottura con il passato». Questo cosa vuol dire? che anche lei è convinta che i 9 consiglieri hanno sbagliato? E quello che ha letto alla prima conferenza stampa? e tutti i discorsi che ha portato avnti fino a poco prima delle dimissioni? Il problema è che sulle politiche siamo sempre daccordo, quando si parla di nomi è un casino. L’arrivismo nei vecchi mi fa schifo, nei giovani mi fa tenerezza.