Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Crocifisso: la maggioranza difende la scelta dell'astensione.

Più informazioni su

Gavorrano – Centrosinistra al contrattacco dopo le critiche della lista Fabiano ai due consiglieri Pd che avevano scelto di astenersi nella votazione della “mozione sul crocifisso”.
La maggioranza parla di accuse strumentali da parte della lista “Una nuova storia”, «che si prodiga a dare pagelle di religiosità».
«Difendiamo – si legge nella nota del gruppo di Centrosinistra – con forza la posizione assunta da tutti i consiglieri di maggioranza, cattolici o non cattolici , dimostrando di fondare la nostra compatezza sul confronto, il dibattito interno e sul rispetto delle posizioni dei singoli».

Dal Centrosinistra spiegano che pur riconoscendo il crocifisso come «simbolo di una parte fondamentale della storia del nostro paese» la mozione non era stata condivisa nelle sue motivazioni, ma davanti a temi come quello contenuto nella mozione si deve privilegiare il rispetto della libertà di coscienza e per questo era stato deciso di lasciare libertà di voto per tutti.

«Esprimiamo il nostro dissenso – continua la nota della maggioranza – davanti agli attacchi sferrati nei confronti di Fosco Borborini e Francesca Mondei, che con il voto d’astensione hanno voluto tutelare la loro posizione personale di cattolici dalle provocazioni della minoranza».
Se i due consiglieri avessero votato a favore l’opposizione avrebbe parlato di “spaccatura” nella maggioranza, mentre la scelta dell’astensione, dicono dal centrosinistra, ha evitato eventuali strumentalizzazioni politiche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Piero Simonetti

    Capisco il ruolo politico del capogruppo di centrosinistra, Andrea Biondi. Forse farei come lui per tenere unita la squadra e quindi difendere lo spogliatoio, come si fa nel calcio. Quello che non riesco a capire (ma non riguarda direttamente Biondi) è la volontà di alcuni nel rivoltare la verità delle cose affinchè si ottenga artificiosamente una “nuova versione delle cose” e che – quindi – possa combaciare con quanto fa comodo. Non ci interessa spaccare la maggioranza, ci preme unire la Comunità dei cittadini. Ma non potremo accettare ulteriormente processi alle intenzioni, accuse infondate, offese gratuite e false interpretazioni della realtà.