Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
acropoli città di Cosa

L’impero romano rivive a Cosa: in scena lo spettacolo “De reditu suo – Il Ritorno”

28/04/19

EVENTO A PAGAMENTO
: Città di Cosa citta' romana di COSA, Orbetello, GR, Italia
  • asscultpolis2001@libero.it
  • Tel. 347 2299737

Attenzione l'evento è già trascorso

ANSEDONIA – L’Associazione ScenAperta diretta dal Maestro e Regista Francesco Tarsi, presenta “De reditu suo – Il Ritorno”, lettura teatrale del poema di Claudio Rutilio Namaziano, domenica 28 Aprile alle ore 16, nelle vestigia millenarie dell’Antica Città di Cosa (Ansedonia).
Mai cornice fu più appropriata per far rivivere il resoconto di un autore, quale Rutilio Namaziano, non abbastanza conosciuto, ma che seppe parlare di Roma con il piglio accurato di un reporter e l’affetto nostalgico di un figlio che saluta una grande madre sul liminare dei suoi anni migliori.

Il De Reditu suo, che tradotto letteralmente significa “Sul proprio ritorno”, è un diario di bordo, datato V secolo dopo Cristo: siamo alle soglie del canto del cigno del glorioso Impero Romano, in preda via via a quelle incursioni barbariche che ne avrebbero definitivamente rovinato i boni mores, i costumi e le tradizioni che avevano fatto grande l’Urbe. Rutilio è stato a sua volta costretto a lasciare la sua amatissima Roma, a causa delle invasioni dei Visigoti. È l’inverno del 415, (o 417) e lo scrittore fa ritorno alla sua terra natia, la Gallia Narbonese. A causa delle condizioni di degrado della viabilità stradale, segno del degrado incipiente dell’epoca, è costretto a risalire la penisola via mare. Tra le tappe più suggestive in cui si accampa, c’è sicuramente l’Argentario e la visione di Cosa ormai decaduta, teatro scenografico di scorci pittoreschi, da cui rivivere e rimembrare attraverso una memoria impeccabile e minuziosa, un mosaico di ricordi mitologici, fatti, persone e personaggi avvolti tra storia e leggenda.

Ad attendervi per rileggere i versi vibranti del poeta e storico Rutilio Namaziano, saranno gli attori allievi della Scuola di Teatro ScenAperta: Graziano Alberti, Davide Braglia, Maria Del Vecchio, Carlo Donadio, Valentina Murru. La Regia è firmata dal Maestro Francesco Tarsi, e la visita guidata dei reperti archeologici è a cura del personale del Polo Museale.

Costo dei biglietti: 10 euro intero; 8 euro ridotto studenti, compresi visita guidata e buffet.
Per info e prenotazioni: 347 2299737
asscultpolis2001@libero.it

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!