Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...
Claudio Cenerini

“Dispiegando la memoria”: la mostra personale di Cenerini con la sua pittura emozionale

15/06 » 28/06/18

EVENTO GRATUITO
: Paese Massa Marittima, GR, Italia

Attenzione l'evento è già trascorso

MASSA MARITTIMA – La mostra personale del pittore follonichese Claudio Cenerini “Dispiegando la memoria” apre nella Galleria spaziografico di Massa Marittima venerdì 15 giugno alle 18.

La mostra rimarrà aperta fino al 28 Giugno 2018 tutti i giorni dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

A descrivere l’arte di Cenerini è il curatore della mostra, Gian Paolo Bonesini «Facile pensare che è stato Mondrian, soprattutto, a scegliere il quadrato e il rettangolo come elementi costanti della composizione pittorica – illustra – una scelta coraggiosa, se consideriamo quanto la nostra esperienza sia legata alle molteplici e irregolari forme che il mondo sottopone tutti i giorni alla nostra vista! Eppure, nella geometria l’occhio trova un fascino particolare, Io sappiamo quando rimaniamo colpiti dalla regolarità di un oggetto o di un manufatto».

«Con Cenerini arriviamo quasi a un paradosso – dice – Nella sua pittura la figura geometrica, il quadrato in particolare, non viene presentata come pura forma bidimensionale, diventa invece il nucleo centrale della composizione, una costante con cui rappresentare un luogo mentale, poetico, simbolico. Diventa un modello organizzatore delle sensazioni visive: da questa lo sguardo si muove peresplorare l’intera superficie dell’opera, e ad essa inevitabilmente ritorna per portare con sé le percezioni, le emozioni, le sensazioni vissute. Dunque, una pittura emozionale, visionaria, costruita su perimetri cromatici semplici, lineari e ben precisi come il quadrato, simbolo di perfezione. Sulle superfici s’intersecano poi segni, graffiti, campiture aromatiche, sovrapposizioni e velature di colori che rivelano la memoria delle esperienze visive elaborate durante il lento processo creativo. Tutto diventa luogo di riflessione nella ricerca di assoluto, e luogo di meditazione attraverso cui elevarsi spiritualmente».

«La pittura di Cenerini è invenzione continua – conclude Bonesini – é emozione, fantasia e visionarietà, é costruzione per forme e colori, per scoprire l’indefinito, oltre la semplice realtà. spazio dove la geometria, con modulazioni legate allo stato d’animo e alla visione, diventa poesia».

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!