Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus: jogging tra le tombe del cimitero. Succede anche questo

GROSSETO – Avrà pensato che fosse il posto giusto per fare attività fisica in santa pace, senza essere visto e soprattutto multato. Si sarà detto “quale miglior posto, aria pulita e poca o nulla gente”.

E così un uomo, qualche giorno fa, ha deciso di mettersi l’abbigliamento sportivo e andare a correre… al cimitero di Sterpeto a Grosseto. Ma non sul piazzale fuori, no, ma all’interno, tra tombe e lapidi.

È l’assessore alla Polizia municipale, Fausto Turbanti, a raccontare una delle storie più assurde di questa emergenza Coronavirus. «Mi ha chiamato il custode del cimitero per avvertirmi – ha detto –; mi ha detto che c’era uno che faceva footing tra le tombe. Ho mandato subito una pattuglia e il custode ha iniziato a seguire l’uomo che però deve essersi accorto di essere stato scoperto, si è avviato verso l’uscita, è salito in auto ed è fuggito prima dell’arrivo della pattuglia della Polizia municipale».

Turbanti si dice basito «Ci sono tanti che raccontano scuse strane o inverosimili – precisa – per giustificare di essere fuori, comportamenti anomali. Ma credo che questo sia il massimo. E dimostra, tra l’altro, anche scarso rispetto per i defunti e per i loro parenti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.