Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spesa a domicilio, Il sindaco: «Al via l’iter per richiedere i rimborsi per le associazioni»

GAVORRANO – “L’Amministrazione Comunale di Gavorrano è stata sin da subito attiva per fornire, grazie al grande cuore delle associazioni di volontariato presenti sul territorio coordinate direttamente dal sindaco, il servizio di consegna a domicilio dei beni di prima necessità per le persone con necessità di tale assistenza in assenza di una rete familiare o amicale”. A scriverlo, in una nota, il Comune di Gavorrano.

“Un forte ringraziamento da parte di tutta la comunità va agli ‘angeli’ della rete associativa del territorio che da subito si sono messi a disposizione aiutando a superare ogni difficoltà”. Ha commentato il sindaco Andrea Biondi.

“La volontà della Giunta Comunale è stata quella di coordinarsi con tutte le associazioni e con i gruppi consiliari di maggioranza ed opposizione non solo per attivare tale servizio, ma anche a favore della raccolta di derrate alimentari gratuite da distribuire alle famiglie in difficoltà economica peggiorata in questa fase emergenziale, oltre una raccolta fondi per sostenere nel medio periodo tale fornitura – prosegue -. Un grande ringraziamento a tutti i gavorranesi che hanno raccolto l’appello del Sindaco donando quanto possibile, e riuscendo già a raccogliere quasi 2mila 500 euro”.

“Con questa apposita delibera di giunta si avvia l’iter per consentire alle associazioni di ottenere i rimborsi dalla Regione Toscana tramite il Coeso-Sds – continua il sindaco -. Infatti a seguito all’emergenza Covid-19 la Regione Toscana ha provveduto ad assegnare nell’ambito della quota di F.S.R. Indistinto, le risorse necessarie all’attivazione del servizio di spesa a domicilio dei beni di prima necessità per le persone anziane che non possono provvedere autonomamente; l’intervento previsto riguarda soltanto le spese di effettuazione e consegna (l’importo della spesa è a carico del richiedente)”.

“L’amministrazione comunale di Gavorrano ha inoltre aderito al protocollo d’intesa fra Anci e Coop Italia coinvolgendo i locali comitati della Cri, così da poter riconoscere un gettone di rimborso da parte della cooperativa di consumo rivolto alle associazioni impegnate nella consegna a domicilio della spesa alimentare”.

“Con questi atti la Giunta Comunale – conclude il sindaco – vuole essere vicina a quelle associazioni di volontariato che in questo periodo di emergenza svolgono un encomiabile lavoro a sostegno delle persone più anziane e fragili, consentendo loro di poter ottenere dei contributi per l’importante funzione sociale svolta”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.