Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coronavirus: «Nessuno si salva da solo». Le proposte di Alleanza democratica civica e progressista:

Più informazioni su

ORBETELLO – “Siamo di fronte ad un sfida senza precedenti, è la sfida più grande che il nostro Paese si trova a affrontare dal dopo guerra ad oggi, una difficoltà che solo qualche settimana fa nessuno di noi poteva immaginare. Abbiamo bisogno di resistere e solo con la cooperazione di tutti potremo vincere questa battaglia”.

A scriverlo, in una nota, il coordinamento Alleanza democratica civica e progressista.

“Nessuno si salva da solo – proseguono -, ce lo insegnano ogni giorno il personale sanitario, le forze dell’ordine, le lavoratrici e i lavoratori che portano avanti la filiera produttiva necessaria alla nostra sopravvivenza,la protezione civile e tutti i volontari che ogni giorno con sacrificio affrontano questa emergenza,i cittadini tutti che rispettano le misure di contenimento. Servono sinergie comuni, uniti nella responsabilità, non per nascondere le proprie idee, non certo per confondersi, ma perché solo dal contributo di ognuno possiamo fare in modo che la comunità non si disgreghi. Per questo facciamo appello all’amministrazione, di istituire una commissione affinché’ i capigruppo di maggioranza e di minoranza possano confrontarsi e collaborare”.

“Le misure urgenti dovranno andare a favore delle famiglie – vanno avanti da Alleanza democratica civica e progressista -, pensiamo ad un avanzamento di scaglione di esenzione dell’Irpef fino a 28mila euro, ad uno sconto sulla tari per quelle famiglie che dichiareranno una perdita di reddito, per una cifra di circa 300mila euro da mettere a disposizione dalle altre fiscalità e di prevedere interventi per circa 200mila euro a favore degli artigiani, delle partite iva in genere, che possano comprovare una perdita di fatturato”.

“Misure a sostegno delle attività commerciali, come l’abbattimento del costo sulla pubblicità e sul suolo pubblico nella misura dell’anno precedente – continuano -. L’azzeramento dell’Imu per parte comunale categorie C e D. Crediamo che il faro comune possa essere solo quello fare tutto ciò che è necessario, impiegando tutte le risorse possibili, attingendo all’avanzo libero di bilancio, come prevede il decreto ” Salva Italia” ( articolo 109 comma 2), rinunciando non solo alle manifestazioni e a ciò che oggi appare futile, ma valutare l’opportunità di rimandare la realizzazione di opere pubbliche non strategiche, come la piazza di Fonteblanda”.

“Non possiamo permetterci di lasciare indietro nessuno, famiglie, imprese, con particolare attenzione a coloro che in questa emergenze sono i più fragili e più vulnerabili, come i nostri anziani e le persone senza reddito – concludono dal coordinamento Alleanza democratica civica e progressista -. Abbiamo bisogno di continuare a resistere e ne usciremo soltanto se rimarremo uniti”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.