Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’importanza di igienizzare cellulare, tastiera e mouse nella vita quotidiana

Più informazioni su

In questi giorni di emergenza Coronavirus (Covid-19) viene spesso ricordata l’importanza di igienizzare frequentemente i nostri smartphone, le tastiere, il mouse e tutti i nostri device. Questa abitudine in realtà dovrebbe essere mantenuta sempre e non solo in questo periodo di emergenza sanitaria. Le nostre mani durante il giorno toccano diverse superfici contaminandosi continuamente con virus e batteri. Anche tra un lavaggio di mani e l’altro finiamo inevitabilmente per toccare e prendere in mano oggetti. In un’epoca in cui tutti hanno sempre in mano il telefono è facile comprendere come questo si possa ricoprire di conduttori di infezioni che divengono poi pericolosi non solo per l’avvicinamento al volto quanto facciamo una telefonata, ma soprattutto quando vengono ritrasferiti su occhi naso e bocca.

È quindi fondamentale comprendere che sanificare questi oggetti a fine lavoro ed almeno una volta al giorno deve diventare una sana abitudine. Per farlo è sufficiente utilizzare i prodotti disinfettanti presenti sul mercato, utilizzando possibilmente un panno di microfibra che poi deve essere gettato. Per i patogeni ed i virus influenzali è consigliabile utilizzare apposite soluzioni, a base di candeggina, disponibili anche nel formato salviette. Tutti gli smartphone più moderni sono resistenti ai liquidi, non sarà quindi un problema utilizzare in piccole quantità e solo sulle loro superfici queste soluzioni disinfettanti. Diversi studi dimostrano come che il cellulare ospiti più virus e batteri di un wc stimando che mediamente viene toccato oltre 150 volte al giorno.

Un recente approfondimento scientifico dimostra che sui nostri cellulari sono presenti l’80% dei più comuni batteri umani. Tra questi troviamo giusto per citarne alcuni:

  • il batterio “Pseudomonas aeruginosa”, un batterio molto aggressivo che sopravvive anche con pochissime risorse nutritive;
  • il “Clostridium difficile”, molto difficile da eliminare e responsabile di disturbi intestinali;
  • il “taphylococcus aureus”, ritrovato sul 52% dei telefoni di persone che lavorano in ospedale ma che è normalmente presente sulla nostra cute;
  • gli “Staffilococchi coagulasi negativi”, patogeni molto difficili da debellare e che si stima siano responsabili di quasi il 30% delle infezioni sanguigne contratte in ospedale;
  • lo “Streptococco” sia di tipo A che di tipo B, responsabile di moltissime infezioni delle vie aree e del tratto urinario;
  • l’”Escherichia coli”, è un batterio presente nell’intestino e fondamentale per i processi digestivi (ma il problema è proprio questo, non dovrebbe trovarsi su un cellulare), e così tanti altri.

Lavarsi le mani è un’abitudine talmente importante per la salute di tutti che l’organizzazione mondiale della sanità gli ha dedicato un’apposita giornata a Maggio. Bisogna sempre lavarsi le mani prima di mangiare, cucinare, somministrare farmici, toccare una ferita o medicarla, togliere o mettere le lenti a contatto. E’ importante farlo anche dopo aver starnutito, soffiato il naso, tossito, essere entrati in contatto con persone malate, essere entrati in contatto con animali, aver portato fuori l’immondizia, aver maneggiato delle monete e/o banconote, aver preso i mezzi pubblici o essere semplicemente stati a lungo in zone affollate.

In una recente intervista effettuata a Londra durante la convention del gaming online, uno degli esperti di freespingratis.it ha esposto durante una presentazione un curioso studio in cui è stato dimostrato che questa contaminazione quotidiana coinvolge anche i casinò terrestri di tutto il mondo. Le chips ed i bottoni delle slot machine dei casinò terrestri infatti sono estremamente cariche di virus e batteri. Anche in questo caso, vista l’impossibilità di andare in un casinò e disinfettare tutte le fiches che vengono distribuite per giocare, il consiglio degli esperti è quello di adottare ed agevolare le misure di igiene personale mettendo a disposizione, gratuitamente all’interno di questi ambienti, salviette disinfettanti monouso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.