Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

FdI: «Il caso Segre in Consiglio dimostra che per il Pd ci sono tragedie e morti di serie A e di serie B»

GROSSETO – “Apprendiamo, e a dire il vero nemmeno più di tanto ci stupisce – commentano Bruno Ceccherini e Andrea Guidoni, capogruppo e consigliere FdI Grosseto -, che sul mancato conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre il Pd, come è suo costume fare, continua nella cieca e bieca faziosità tipica della sinistra italiana, nel dare la colpa alla maggioranza in consiglio comunale che, astenendosi, ha fatto così naufragare la loro mozione”.

“Vogliamo ricordare a Pd e lista Mascagni – continuano i due esponenti di Fratelli d’Italia – che la maggioranza in consiglio comunale aveva presentato una analoga mozione, ma con la proposta di concedere a due donne, due significative e emblematiche cittadinanze, al fine di ricordare in questo modo, tutte le vittime degli atroci eccidi e deportazioni, di qualsiasi colore e connotazione politica esse siano state”.

“Nella stessa mozione – spiegano Ceccherini e Guidoni – veniva proposta quindi la cittadinanza, sia alla senatrice Liliana Segre, vittima dell’olocausto e deportata nei campi di sterminio, sia a Egea Haffner, la bambina con la valigia, profuga istriana e sopravvissuta alla tragedia delle foibe”.

“Ancora una volta il Pd – concludono Bruno Ceccherini e Andrea Guidoni –, non votando la mozione presentata dalla maggioranza in consiglio comunale, ha usato i soliti due pesi e due misure, dimostrando ancora una volta che per quella parte politica ci sono tragedie e morti di serie A e di serie B, non accettando il concetto di pacificazione nazionale, da noi più volte auspicato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.