Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Siglato il nuovo accordo tra Asl e farmacie: «Tutela in più per gli assistiti»

Più informazioni su

GROSSETO – Si è tenuta ieri 19 febbraio, presso la sede della Direzione generale di piazzale Rosselli a Siena, la sigla del nuovo accordo tra l’Azienda Usl Toscana sud est e le farmacie convenzionate pubbliche e private.

Ad illustrare le linee dell’accordo erano presenti il direttore generale dell’Azienda Usl Toscana sud est Antonio D’Urso, il direttore del Dipartimento aziendale del farmaco Fabio Lena, i rappresentanti di FederFarma Roberto Giotti, Marco Venturi e Chiara Pianelli e quelli di Cispel Simone Frosini e Paolo Savigni.

A seguito della ratifica del nuovo accordo toscano sull’assistenza integrativa, l’Azienda Asl Toscana sud est ha voluto ufficializzare, insieme ai rappresentanti delle farmacie pubbliche e private, l’accordo condiviso che, nel rispetto del perimetro di quello regionale, rappresenta un ulteriore consolidamento del rapporto di risposta integrata alle esigenze socio-sanitarie della popolazione della Toscana sud est.

“Il ruolo delle farmacie all’interno del Servizio sanitario è fondamentale per tutte le politiche aziendali d’attenzione all’appropriatezza, di continuità assistenziale e di vicinanza all’utenza – ha dichiarato il direttore generale Antonio D’Urso – rinsaldiamo la collaborazione sulla distribuzione dei beni farmaceutici con un accordo che tutela gli assistiti e che potenzia la cooperazione tra la Asl e le farmacie, anche rispetto alla loro funzione sociale sul territorio. Il farmacista è punto di riferimento nella percezione della qualità assistenziale anche e soprattutto nelle piccole realtà rurali”.

Il nuovo accordo, anche per la capillarità con cui le farmacie sono distribuite sul territorio di competenza aziendale, standardizza ed uniforma il servizio e le modalità di distribuzione per tutte le 315 farmacie pubbliche e private della Ausl Toscana sud est, consentendo specifici programmi di farmacovigilanza e d’attenzione all’utilizzo delle risorse facilitando anche l’accesso alle prestazioni attraverso le farmacie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.