Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto vola in Spagna per Urbact e la sua esperienza di Pop Up diventa best practice in Europa

Più informazioni su

GROSSETO – Il Comune di Grosseto, con l’assessore alle Attività produttive e Ufficio Europa, a Medina del Campo in Spagna al Meeting internazionale iPlace per il progetto Urbact, il programma europeo per la promozione di uno sviluppo urbano sostenibile sotto il profilo economico, ambientale e sociale.

Grosseto fa parte del progetto “iPlace” insieme ad altre città di altrettanti Paesi dell’Unione Europea: Amarante (Portogallo), Gabrovo (Bulgaria), Medina del Campo (Spagna), Pori (Finlandia), Balbriggan (Irlanda), Saldus (Lettonia), Heerlen (Paesi Bassi), Parnu (Estonia), Kocevje (Slovenia).

Una nuova occasione per far conoscere, in Italia ed in Europa, le competenze e le esperienze tematiche maturate in tema di sviluppo urbano sostenibile. Un momento decisivo per poter crescere e rapportarsi direttamente all’interno di un gruppo di lavoro europeo.

Il Comune di Grosseto, all’interno di “iPlace”, è chiamata a lavorare per individuare le nicchie per lo sviluppo locale sostenibile, sfruttando la connessione tra persone, luogo e tecnologia. In particolare è chiamato a condividere le best practice maturate e da condividere con altri partner.

Un esperimento su tutti: il progetto Pop Up che ha favorito la riapertura di locali liberi non affittati in alcune strade del centro storico, garantendo la concessione di sovvenzioni a sostegno di queste iniziative. E che ha sostenuto le piccole e medie imprese che investono in processi innovativi.

Durante la tre giorni le città partecipanti si scambieranno buone pratiche, opinioni e proposte che potranno essere utili per il lavoro degli Urban Local Group, formati dagli stakeholders locali e cioè composti da rappresentanti delle Associazioni economiche, di ricerca e formazione del territorio.

Gli Ulg potranno definire, in modo condiviso e partecipato, metodi strategici per rivitalizzare la propria economia del futuro, stabilendo basi metodologiche per generare città resistenti al cambiamento che stanno attraversando.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.