Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Italia: «Le piccole imprese muoiono. Regione impassibile, serve un cambio di marcia»

GROSSETO – “Gli artigiani sono al collasso e le piccole attività commerciali rischiano di scomparire ogni giorno di più nell’indifferenza più totale della Regione Toscana”. La denuncia arriva da Sandro Marrini, coordinatore provinciale di Forza Italia.

“Non passa giorno in cui i quotidiani non riportino studi di settore in cui si evidenzia come la maggior parte dei comuni maremmani sia ancora in affanno – sottolinea Marrini -. A risentire di più della crisi economica sono soprattutto le microimprese, vale a dire le aziende che hanno al loro interno meno di dieci dipendenti. Ciò che lascia l’amaro in bocca è però che il grido di allarme lanciato da artigiani, commercianti e titolari di partita Iva sia completamente inascoltato dalle istituzioni, Regione Toscana in primis”.

“Ancora più clamoroso è il bando lanciato dalla stessa Regione a trazione Pd, che destina 5mila euro ad ogni iniziativa volta ‘alla diffusione degli ideali di libertà, democrazia, pace, collaborazione e integrazione tra i popoli’, come si legge nell’avviso pubblico, consultabile al link https://www.regione.toscana.it/-/iniziative-volte-alla-diffusione-degli-ideali-di-libert%C3%A0-democrazia-pace-collaborazione-e-integrazione-tra-i-popoli?inheritRedirect=true&redirect=%2Fbandi-tutti%3FsortBy%3Ddesc%26orderBy%3DmodifiedDate – continua il coordinatore provinciale di Forza Italia -. Rossi e la sua Giunta di centrosinistra continuano la loro effimera battaglia contro il fascismo e non esprimono il minimo sostegno a tutte quelle imprese che lottano quotidianamente per sopravvivere, e che poi sono il motore dell’economia toscana, stritolate da una burocrazia e da una fiscalità sempre più asfissianti”.

“Come se non bastasse, altri bandi regionali stanziano finanziamenti per il comparto agricolo o per tirocini e offrono voucher per master, sviluppo tecnologico e start up – continua Marrini -. Basta visionare il link https://www.regione.toscana.it/bandi-aperti?sortBy=desc per rendersi conto di come le piccole attività commerciali del terziario non abbiano alcun aiuto, sia per interventi di ristrutturazione, sia per un finanziamento agevolato per l’acquisto di un fondo commerciale. L’unico Comune impegnato a sostenere l’economia locale è quello di Grosseto, non a caso guidato da una giunta di centrodestra, che ha destinato risorse a chi apre un’attività nel centro storico”.

“L’unico motivo di consolazione è che ormai Enrico Rossi e l’amministrazione della Regione hanno l’avviso di scadenza – conclude Marrini -. Il tempo delle false e mancate promesse è finito. Tra pochi mesi i cittadini avranno l’opportunità di andare alle urne per cambiare volto alla Toscana e essere protagonisti di un’eventualità storica: dare un governo di centrodestra alla regione per tutelare l’economia e migliorare la qualità della vita. Come sempre, Forza Italia darà il suo contributo affinché l’agonia di piccoli commercianti e partite Iva possa finalmente volgere al termine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.