Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Animali selvatici per strada: ecco le buone pratiche da mettere in atto. «Così si garantisce la sicurezza»

Più informazioni su

GROSSETO – Il gruppo che compone la Piattaforma locale sui Grandi carnivori di Grosseto, in seguito alle segnalazioni di vari avvistamenti di fauna, vuole ricordare le seguenti “buone pratiche” da mettere in atto per un miglior rapporto con l’ambiente naturale.

“Ormai frequentemente può capitare di incontrare lungo le strade, sia di giorno che di notte, animali selvatici, dai piccoli carnivori quali le volpi, agli ungulati, fino ai lupi – spiegano dal gruppo -. La presenza di questi animali nei pressi delle città è documentata da anni, e anche se a taluni può sembrare incomprensibile, la fauna selvatica utilizza le nostre vie di comunicazione per spostarsi, e le attraversa di frequente, sia sterrate che asfaltate, spesso perché le stesse sono costruite all’interno dei territori naturali degli animali. In alcuni casi gli animali possono entrare all’interno dei paesi perché disorientati o indeboliti, o perché attratti da qualcosa”.

“Si consiglia sempre di prestare attenzione agli scarti alimentari o delle produzioni animali, non lasciandoli disponibili ai selvatici per evitare di attirarli vicino alle strutture umane – continuano -. Mai cercare di alimentare volutamente un animale selvatico, nemmeno per tentare un avvistamento migliore o una fotografia”.

“In caso di incontri durante la guida – proseguano -, indicazioni di buonsenso sono il ridurre la velocità, non iniziare inseguimenti, se possibile abbassare i fari o gli abbaglianti, dando così il tempo all’animale, probabilmente già infastidito dalle luci di allontanarsi senza ulteriore stress. Si raccomanda inoltre massima attenzione alla guida e rispetto del codice stradale evitando manovre pericolose e non consentite per cercare di vedere gli animali”.

“In caso di rinvenimento o incidente con animali selvatici feriti – vanno avanti -, è importante innanzitutto mantenere se stessi ed il proprio mezzo in sicurezza. Dopodiché, non avvicinarsi all’animale, in quanto ogni animale ferito può essere potenzialmente pericoloso ed avere delle reazioni improvvise. Secondo il codice della strada: persone coinvolte in un incidente stradale con danno a uno o più animali, hanno l’obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno”.

“Il cittadino deve segnalare l’incidente con i mezzi di segnaletica necessari e allertare i Cras più vicini o gli Enti competenti al recupero della fauna, senza toccare l’animale ferito né improvvisare procedure veterinarie – concludono dal gruppo -. Allertare i Carabinieri Forestali al 112 che provvederanno a inviare la chiamata a chi di dovere”.

Per le Province di Grosseto e Siena è possibile contattare SOS Animali Onlus, associazione che gestisce le attività di soccorso in convenzione con la Regione Toscana e che si occupa esclusivamente di fauna selvatica autoctona omeoterma al numero 3311285509.

https://www.facebook.com/piattaformagrandicarnivori/?modal=admin_todo_tour
https://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/species/carnivores/regional_platforms_Italy.h
tm

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.