Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una giornata dedicata agli scomparsi: 20 anni fa spariva la madre di due bambini

Più informazioni su

GROSSETO – Con la legge n.203 del 14 novembre 2012 è stato costituito, con apposita disposizione legislativa, il sistema di ricerca per le persone scomparse che, a livello nazionale, ruota attorno alla figura del Commissario Straordinario del Governo, cui sono attribuiti compiti di coordinamento e di impulso. Grazie a tale innovazione legislativa si è pervenuti alla creazione di un collaudato meccanismo di gestione di tale fenomeno che, a livello territoriale, trova il suo punto di riferimento proprio nella Prefettura.

Nel corso degli ultimi anni si è rilevato, a livello nazionale, un significativo impegno da parte di tutti gli attori istituzionali coinvolti che, avvalendosi dei relativi piani provinciali di ricerca, hanno contribuito ad un importante incremento dei ritrovamenti. Tuttavia, le denunce di scomparsa sono sempre molto numerose e da un’analisi statistica non risultano elementi che facciano ritenere che il fenomeno sia da ritenersi recessivo.

Allo scopo di tributare un giusto rilievo pubblico a tale tematica, tenuto conto che la scomparsa di una persona è un evento che colpisce la comunità intera e non solo la famiglia interessata, il Commissario straordinario ha indetto, per il giorno 12 dicembre, una “giornata dedicata agli scomparsi”, nell’anniversario in cui, venti anni orsono, scompariva, senza lasciare tracce di sé, la madre di due bambini.

Proprio in occasione di tale ricorrenza, alle ore 15,00, la Prefettura di Grosseto ha organizzato un incontro su tale tematica, di cui si allega la brochure illustrativa, aperto alla partecipazione di tutti gli attori istituzionali facenti parte del sistema di ricerca.

All’incontro prenderanno parte anche i più stretti congiunti del sig. Enrico Prosperi, scomparso a Grosseto nel corso del mese di settembre, il cui caso, trattato anche dalla nota trasmissione televisiva “Chi l’ha visto’”, ha particolarmente colpito l’opinione pubblica locale.

Nella serata del 12 dicembre, inoltre, al fine di rappresentare, anche visivamente, la volontà collettiva di “far luce” sulla sorte delle persone scomparse, saranno eccezionalmente accese le luci ornamentali collocate lungo il perimetro del Palazzo del Governo. Tali luci esterne, come noto ai grossetani, sono collocate su dei portalampada a forma di grifone, animale mitologico riprodotto nello stemma araldico del capoluogo nonché simbolo di quella “vigilanza” che deve animare ininterrottamente, tutti noi, nella ricerca.

Anche l’Amministrazione Comunale di Grosseto ha aderito all’iniziativa di sensibilizzazione: infatti il Palazzo Comunale, sito nel centro storico del capoluogo, verrà illuminato per l’occasione di verde, colore della “speranza”, come suggerito dal Commissario Straordinario che coordina le iniziative su scala nazionale.

Programma convegno Prefettura:

ore 15:00 SALUTI
Cinzia Teresa TORRACO
Prefetto di Grosseto
MODERATORE
Alessandro TORTORELLA
Viceprefetto Vicario di Grosseto
RELATORI
Francesco PIANO
Viceprefetto Aggiunto, Dirigente Area V Protezione e Difesa Civile della Prefettura di Grosseto
Luigi PERRI
Maggiore, Comandante della Compagnia Carabinieri di Follonica
Socio fondatore di “INFORLAB” Associazione per lo studio
delle scienze forensi ed investigative
Fausto TURBANTI
Assessore Protezione Civile Comune di Grosseto
Giuseppe DEL BROCCO
Comandante Provinciale
dei Vigili del Fuoco di Grosseto
Emanuela ZUCCAGNOLI
Responsabile regionale “Penelope Toscana” Onlus
Isabella SPINETTI
Docente Biologia Forense Università di Pisa
Vincenzo SCAVONGELLI
Presidente
Human Blood Detection Dog
ore 17:00 DIBATTITO / CONCLUSIONI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.