Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piero Pelù in Maremma posta la spiaggia della Feniglia: «Disastro ambientale. Facciamo qualcosa, io ci sono» fotogallery

ORBETELLO – Da qualche giorno Piero Pelù si trova in visita a Orbetello e sui social impazzano i post dei fan che lo hanno fermato in strada per un selfie. Da qualche ora, però, a tenere banco è il post del cantante che, dopo aver fatto una passeggiata in Feniglia, ha lanciato un appello per il ripristino della spiaggia devastata dal maltempo.

«Disastro ambientale in una delle spiagge più belle della Toscana» è questo l’incipit a caratteri cubitali del post corredato di foto con cui Pelù documenta lo stato della spiaggia della Feniglia, chiedendo l’aiuto di istituzioni e associazioni affinché l’arenile venga ripulito.

«Dopo il tornado che ha raso al suolo centinaia di pini oggi la Riserva naturale della Feniglia (nel comune di Orbetello) si presenta così – prosegue il cantante nel post, riferendosi alle foto pubblicate che vi mostriamo nella gallery – una quantità indescrivibile e inammissibile di macro e micro plastiche: filtri di sigarette, cotton fioc, cialde di caffè, bottiglie di plastica, rasoi usa e getta, siringhe, scarpe di ogni tipo, giochi da spiaggia, boe da rete e boe da yacht, reti da pesca, cassette di polistirolo, buste e packaging vari, lattine».

«Di fronte a questo scempio – prosegue Pelù – io mi rivolgo ai Comuni di Orbetello, Capalbio, Porto Santo Stefano; alle Province di Grosseto e Viterbo; alla Regione Toscana e Regione Lazio e al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, mi rivolgo agli amici di Legambiente, del WWF, di Greenpeace Italia, di Fridays For Future Italia e chiunque sia sensibile al problema per affrontare questa emergenza con sollecitudine, determinazione, competenza».

«Anch’io voglio aiutare ma servono moltissimi uomini – conclude il cantante – decine di trattori con rimorchi per caricare molte tonnellate di rifiuti e molti camion che destinino le plastiche al riciclo. Io ci sono e Voi?».



Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.