Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Comune nomina il membri del Cda dell’Istituto Falusi. E concede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

MASSA MARITTIMA – Il Consiglio comunale di Massa Marittima ha votato e approvato il documento in cui sono indicate le linee guida progettuali per le attività dell’istituto Falusi e indicato i cinque nominativi del nuovo Consiglio di amministrazione. Si tratta di di Lorenzo Brenci, già direttore di una Asp della Provincia di Siena (Azienda servizi alla persona), Paolo Mazzocco della Consulta civica massetana, Maria Angela Fusi, impiegata dell’Unione dei Comuni Montana Colline Metallifere, già componente del consiglio della Rsa, Mauro Giusti, ex sindaco di Gavorrano, e Giancarlo Rossi, ex dipendente Enel e già membro nel Consiglio d’amministrazione dell’Istituto.

La minoranza aveva proposto la nomina di Paolo Renzi, ma non è stata approvata dal Consiglio. Ora sarà lo stesso Cda dell’Istituto Falusi a riunirsi e nominare al suo interno il presidente e il vicepresidente.

“La riforma sanitaria regionale e la concorrenza con le altre strutture mettono l’Istituto davanti a nuove sfide – ha ribadito il sindaco Marcello Giuntini –, contiamo sul nuovo Cda per elaborare un progetto che, una volta condiviso con il Consiglio Comunale, dia una nuova prospettiva di medio e lungo termine al Falusi”.

Il Consiglio Comunale ha anche approvato all’unanimità la concessione della cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. “Massa Marittima è stata insignita della Medaglia d’Argento per i suoi meriti durante la lotta antifascista – ha commentato l’assessore alla Cultura Irene Marconi – e questo voto unanime del Consiglio Comunale dimostra che nel nostro territorio la memoria e i valori contro ogni forma di razzismo e antisemitismo sono principi ben saldi e vanno oltre la singola appartenenza politica, un fatto che ci arricchisce tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.