Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne”: tutti gli eventi in città

GROSSETO – Grosseto ricorda la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni unite per il 25 novembre. E accogliendo l’invito a organizzare attività mirate a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno, l’amministrazione comunale ha voluto promuovere una serie di eventi pensati per coinvolgere diverse fasce di cittadini. “Occhio ai segnali” è il tema filo conduttore della edizione 2019 organizzata dal Comune insieme alla Commissione Pari opportunità e con la collaborazione delle scuole medie e superiori, dell’associazione Agaf, dei commercianti del Centro storico, delle psicologhe Debora Pratesi e Ioana Alexandra Marin, e della libreria Mondandori Grosseto.

Tre le giornate dedicate alla ricorrenza: a partire da lunedì 25 novembre, con l’evento clou che avrà come protagonisti gli studenti delle scuole cittadine; un altro appuntamento è poi in programma giovedì 28 novembre con una conferenza tenuta da due esperte chiamate ad affrontare per la loro professione la delicata tematica della violenza sulle donne e infine sabato 30 novembre con la presentazione di un libro che si sofferma sull’accettazione culturale e sociale della violenza contro le donne nei secoli. Il tutto arricchito da una esposizione di opere pittoriche e scultore di alcuni artisti dell’associazione Agaf negli esercizi pubblici del centro storico dal 23 al 30 novembre e nel porticato del Comune il 25 novembre.

“Quest’anno abbiamo voluto mettere in campo diverse forze per dare ancora maggiore valore ed efficacia all’opera di sensibilizzazione su un tema così delicato e dibattuto – dice il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -; abbiamo voluto coinvolgere varie settori della società per amplificare il messaggio e coinvolgere sempre più cittadini; a partire dai ragazzi, a cui non finirò mai di dire grazie per l’entusiasmo dimostrato in queste occasioni. Fino ad arrivare agli artisti, ai commercianti, e poi ancora agli addetti ai lavori. E alla cittadinanza che invito a partecipare ai nostri eventi pensati per riflettere e far riflettere. Per dare un contributo a questa causa e scongiurare così altre sofferenze. Altre violenze gratuite contro il genere femminile”.

“Occhio ai segnali è il tema scelto per connotare l’edizione 2019 delle iniziative promosse dal Comune insieme agli altri soggetti pubblici e privati – spiega l’assessore alle Pari opportunità, Chiara Veltroni -. La nostra attenzione infatti vuole essere su tutti quei ‘segni’ e ‘indizi’ che possono ricondurre a possibili rischi e alle sofferenze vissute. Il coinvolgimento delle scuole in primis con i lavori dei ragazzi, ma anche la partecipazione di associazioni, esperti, operatori economici sono il segno di una condivisione importante. E’ il nostro aiuto nella campagna di sensibilizzazione che, siamo certi, potrà dare un piccolo, ma significativo contributo nella giusta direzione. Per dare conforto e sostegno a chi vive nel dolore della violenza e per aiutare chi si adopera con le dovute competenze per gestire e prevenire questo drammatico fenomeno”.

Lunedì 25 novembre – Multisala Aurelia antica, ore 9.30
Performance degli studenti delle scuole cittadine sul tema “Occhio ai Segnali”
Sono dieci gli istituti scolastici cittadini si alterneranno sul palco per portare il loro contributo con rappresentazioni teatrali, piccoli cortometraggi, esibizioni musicali e letture di poesie, alla campagna di sensibilizzazione nella “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”.
Questo l’elenco delle scuole che hanno aderito:
per le scuole superiori l’istituto Fossombroni, l’istituto Rosmini, il Polo Bianciardi, il liceo Chelli, il Leopoldo II di Lorena, il Polo Pietro;
per le scuole medie il Comprensivo 1 con la “Leonardo Da Vinci”, il Comprensivo 4 con la “Dante Alighieri”, il Comprensivo 5 con la “Vico” e infine la “Giovanni Pascoli”.

Giovedì 28 novembre – Sala consiliare del Comune di Grosseto, ore 15.30
Incontro sul tema della cosiddetta “violenza muta”, violenza domestica, violenza di genere e violenza assistita. Due esperte, le psicologhe-psicoterapeute Debora Pratesi e Ioana Alexandra Marin, si soffermeranno su alcuni aspetti di questo fenomeno. L’incontro è aperto al pubblico.

Sabato 30 novembre – Sala consiliare del Comune di Grosseto, ore 17.30
Presentazione del libro di Carolina Scaglioso dal titolo “Violenza domestica. Una perversione sociale”. Dialoga con l’autrice l’assessore Pari opportunità Chiara Veltroni e la professoressa Maria Paola Giangrande. Incontro a ingresso libero.

Dal 23 al 30 novembre – Centro storico e porticato del Municpio
Esposizione associazione Agaf. Dal 23 al 30 novembre alcuni artisti, tra pittori e scultori, dell’associazione Agaf di Grosseto parteciperanno all’iniziativa esponendo le loro opere nei locali e pubblici esercizi del centro storico.
E in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne (lunedì 25 novembre) il porticato del Municipio farà da cornice a una mostra a tema allestita sempre da Agaf, con gli stessi artisti. Le opere in esposizione sia nel porticato che nelle vetrine dei negozi si ispirano al tema della violenza sulle donne e alla donna in generale.
Questi gli artisti in mostra: Manuela Spagnoli, Cinzia Innocenti, Monica Boschi, Paola Bardi, Anna Calamiti, Silvia Montecchi, Sandro Poggetti, Claudio Bindi, Mirko Federici, Donatella Battistini, Vanda Bertarelli, Monica Gorrieri, Patrizia Zuccherini, Giuseppe di Mauro, Renata Massai, Gennarino Salvo, Olga Cascino, Raisa Fesic, Antonella Madioni, Raul Berrettini, Sabina Chiarello, Francesca Guastella, Vittorio Guastella, Federico Mattera, Elisabetta Da Ros. Con loro anche l’artista Federica Del Segato.

Dal 23 al 30 novembre la facciata del Municipio, nelle ore serali, sarà illuminata di arancione, il colore che simboleggia la giornata del 25 novembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.