Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chirurgia d’urgenza e del trauma: all’Ospedale di Grosseto due giornate di alta formazione

Più informazioni su

GROSSETO – Si terrà all’ospedale Misericordia di Grosseto il corso di formazione su “Damage Control Surgery”, giovedì 21 e venerdì 22 novembre. Si tratta di due giornate di alta formazione incentrata sulle più innovative tecniche chirurgiche di controllo del danno nell’ambito della Chirurgia d’Urgenza e del Trauma. Il corso, finanziato interamente dall’Azienda, ha lo scopo di formare e aggiornare gradualmente, attraverso lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, tutti i chirurghi generali dei quattro Centri traumatici presenti nel territorio della Asl Toscana sud est (ospedali di Grosseto Arezzo, Valdarno e Val di Chiana Senese), alla luce della normativa ministeriale e della Regione Toscana (DM 70/2015 “Decreto Balduzzi” e DGRT 1378 e 1380 del 2016) che richiede, come requisito essenziale, la presenza nei Centri Traumatici di Zona di chirurghi in grado di eseguire interventi di contenimento del trauma nei casi di emergenza.

“Le tecniche insegnate sono molto richieste e necessarie in quanto la loro efficacia nel ridurre drasticamente la mortalità e la morbilità dei pazienti colpiti da eventi traumatici o patologie chirurgiche acute è ampiamente dimostrata – spiega Giuseppe Caravaglios, della Chirurgia generale del Misericordia e coordinatore del corso -. Ogni anno, solo all’ospedale di Grosseto, operiamo in media 500 pazienti per eventi acuti e/o traumatici. Questo dato fa capire bene che si tratta di una realtà con un forte impatto sociale”.

Attualmente l’insegnamento di tali tecniche non è ancora previsto nei programmi dei corsi di laurea e neanche nei corsi di specializzazione post-laurea, infatti solo le società chirurgiche organizzano, a pagamento, eventi formativi in questo ambito. Il fatto che la Asl offra gratuitamente tale opportunità di specializzazione ai propri professionisti mostra la volontà aziendale di investire nelle risorse umane a beneficio della salute dei cittadini, come è successo e ancora accade per il settore della Chirurgia robotica e di quella laparoscopica.

La docenza del corso è affidata a chirurghi di grande esperienza, in particolare nella chirurgia d’urgenza. Oltre al dottor Caravaglios e a Paolo Pietro Bianchi, responsabile dell’evento e direttore del reparto di Chirurgia generale del Misericordia, della Sud Est parteciperanno Giovanni Sbrana, responsabile Rete gestione emergenza politrauma, e Marco De Prizio, direttore Chirurgia generale di Arezzo. Di altre aziende sanitarie, ci saranno Hayato Kurihara, direttore Chirurgia d’urgenza dell’ospedale Humanitas di Milano, e Mauro Zago, presidente Sicut (Società italiana chirurgia d’urgenza e trauma) e responsabile Chirurgia mininvasiva all’ospedale San Pietro di Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.