Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gioco d’azzardo, un problema sociale nelle comunità. Incontro in biblioteca

Più informazioni su

ROCCASTRADA – Si terrà giovedì 14 novembre alle ore 17,00 nella saletta della biblioteca Gamberi di Roccastrada un incontro pubblico promosso da Comune di Roccastrada, COeSO – SdS in collaborazione con la coop. Uscita di Sicurezza e L’altra città, dal titolo “In gioco contro l’azzardo”. Il progetto è stato inserito nel “Piano regionale di Attività per il contrasto al Gioco d’Azzardo” approvato dalla Regione Toscana nel 2018.

Il progetto coinvolge diverse categorie di cittadini e operatori: dalle amministrazioni locali agli studenti e insegnanti fino alle associazioni di volontariato e i centri di aggregazione giovanile e per anziani. L’intento è quello di raggiungere un pubblico vasto per favorire la conoscenza dei contorni e delle caratteristiche del fenomeno del gioco d’azzardo come parte essenziale per lo sviluppo di efficaci azioni di contrasto ai rischi sociali ad esso connessi.

L’obiettivo è quello di costruire una comunità più consapevole e capace di comprendere il fenomeno del gioco d’azzardo, prevenirne gli aspetti patologici che rappresentano un rischio individuale e per la tenuta della comunità stessa. Insegnanti, operatori socio-sanitari, amministratori, volontari e semplici cittadini, condividendo conoscenze, strumenti e attuando azioni comuni possono creare una rete che previene il disagio connesso all’azzardo patologico, offrire informazioni e sostegno in particolare, i target a maggior rischio come i giovani e gli anziani, presidiare i luoghi, fisici e virtuali, in cui le false credenze sul gioco d’azzardo si formano.

Nel mese di novembre sono in programma una serie di iniziative nelle scuole e con i cittadini. L’incontro a Roccastrada del 14 novembre con gli esperti di SlotMob, il movimento nato per favorire l’informazione  sul gioco d’azzardo, vuole essere un primo momento divulgativo per conoscere il fenomeno. L’invito alla partecipazione è rivolto a tutta la popolazione, con particolare riguardo alla popolazione anziana ed alle fasce di età giovanile.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.