Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al Moderno per Milena: il ricavato dello spettacolo servirà a curare la piccola di 8 anni malata di leucemia

GROSSETO – Sabato 7 dicembre 20.30, al Teatro Moderno di Grosseto ci sarà un grande spettacolo di danza, di solidarietà e beneficenza per raccogliere fondi a favore della famiglia di Milena, la piccola di 8 anni malata di leucemia mieloide acuta, e per sensibilizzare tutti gli spettatori presenti sull’importanza della donazione di midollo osseo: un piccolo gesto per donare vita e speranza a tutti i “piccoli guerrieri” che attendono nei loro lettini d’ospedale.

La comparsa dei primi ematomi, febbre alta per quattro giorni, dolore addominale: nessuno poteva immaginare che questi sintomi fossero il preludio di una terribile malattia come la leucemia. Così è iniziato il calvario della piccola Milena – 8 anni – e della sua famiglia. Le analisi del sangue a metà dello scorso luglio non hanno destato dubbi nei medici, si tratta di leucemia mieloide acuta. Da allora Milena è stata trasferita rapidamente dall’ospedale di Grosseto al reparto di ematologia oncologica di Pisa, dove la piccola attende ancora il suo donatore. Il trapianto di midollo osseo risulta essere l’unica speranza per lei, per guarire definitivamente dalla sua malattia e tornare a giocare e a vivere spensieratamente come tutti i bambini della sua età. In attesa del trapianto, la piccola guerriera si sta sottoponendo a pesanti cicli di chemioterapia per cercare di monitorare e rallentare il decorso della malattia.

Occhi azzurri ed una grande passione per la danza, Milena non vede l’ora di tornare nella sua casa insieme ai suoi cari; dai genitori e dal fratello che mai, un solo minuto, si sono separati da lei fin dall’infausto giorno della diagnosi.

Milena è anche una bambina con un grande sogno: continuare a ballare con i suoi compagni e le sue maestre di danza, per diventare così un giorno una grande ballerina.

Per questo motivo, la scuola di danza “La sesta arte” di Grosseto nella persona della sua direttrice artistica ed insegnante Claudia D’Aniello, si fa promotrice di questo grande evento di beneficenza, a sostegno della famiglia di Milena e delle cure alle quali la bimba si sottoporrà nei prossimi mesi in attesa di trapianto.

“Come amministrazione vogliamo esprimere la massima solidarietà e vicinanza alla famiglia della piccola Milena – affermano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e Mirella Milli, assessore al Sociale -. Lo spettacolo non servirà solo a raccogliere fondi per aiutare la famiglia in questo momento difficile, ma sarà un ulteriore mezzo con cui trasmettere a quante più persone possibili il messaggio di speranza che la donazione di midollo osseo rappresenta per tutti i piccoli guerrieri che, con forza, combattono ogni giorno negli ospedali in attesa di un donatore, per tornare alla vita allegra e spensierata che ogni bambino merita di avere. Per questo ci teniamo a dare il pieno appoggio a questo bellissimo evento ed invitiamo tutti a partecipare, sicuri che il grande cuore dei grossetani saprà accogliere questo appello con tutta la generosità possibile”.

C’è infatti ancora molto da fare per sensibilizzare i giovani alla donazione di midollo osseo. Dai 18 ai 35 anni, basta un tampone salivare ed un colloquio col personale medico per essere inseriti nel Registro dei potenziali donatori di midollo osseo. Ci si può rivolgere all’Admo (associazione donatori di midollo osseo) in qualsiasi momento, per aiutare Milena e tanti altri bambini che attendono negli ospedali quegli “angeli” che salveranno loro la vita. La ricerca medica ha fatto passi da gigante e ad oggi, oltre al classico metodo di prelievo diretto dal midollo osseo, è possibile anche un tipo di prelievo “da sangue periferico”. Questa modalità è meno invasiva e prevede la somministrazione, nei 5 giorni precedenti la donazione, di un farmaco che promuove la crescita delle cellule staminali nel midollo osseo e il loro passaggio al sangue periferico. Tale tipologia, chiamata “aferesi”, si avvale dell’utilizzo di separatori cellulari: il sangue prelevato da un braccio attraverso un circuito sterile entra in una centrifuga dove la componente cellulare utile al trapianto viene isolata e raccolta in una sacca.

La vendita dei biglietti per lo spettacolo del 7 dicembre inizierà sabato 23 novembre nella sede della scuola di danza in via Tripoli 63, e proseguirà anche il giorno dello spettacolo al botteghino del teatro. Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto interamente alla famiglia di Milena.

Per qualsiasi tipo di ulteriore informazione contattare il seguente numero: 328 04 72 795. Per tutte le info sulla donazione di midollo osseo è possibile rivolgersi alla sede Admo di Grosseto in via Varese, 12 c/o Avis, contattare la segreteria al 338-4266318 o scrivere un mail a admo.grosseto@gmail.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.