Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Adriano Nocciolini fa bis al Gp di Buriano, battuti i senesi Nicastro e Mariotti

BURIANO – Un superlativo Adriano Nocciolini concede il bis nel secondo Gp di Buriano, manifestazione di ciclismo amatoriale organizzata dal Marathon Bike, Uisp e Avis Grosseto, con il patrocinio del Comune di Grosseto, supportata dalla Banca Tema e Autotrasporti Rosi.

La quarantottesima manifestazione organizzata nel 2019 dal Marathon Bike, ha rischiato concretamente di essere annullata causa un violento acquazzone che si è abbattuto mezzora prima della partenza costringendo gli organizzatori a posticipare la partenza di 15 minuti. Poi corsa vera, disputata a ritmi elevatissimi nei due giri del tradizionale percorso delle “strette” che ha visto i partecipanti darsi battaglia senza esclusione di colpi. Che la vittoria fosse una cosa tra lo squadrone della Stefan e la squadra del Marathon Bike, lo si è visto sin dalle prime battute con uno scatenato Alessio Minelli del Marathon Bike che ha condizionato in modo positivo tutto l’andamento della corsa, sia andando in fuga all’inizio, sia nel finale quando c’è stato bisogno di “ricucire” con i compagni del Marathon Bike, Giorgio Cosimi e Roberto Valdrighi, l’azione solitaria di Diego Giuntoli. Il piombinese era andato subito in fuga in coppia con il favorito della vigilia Diego Giuntoli della Stefan, ed infine con Maurizio Innocenti del team Frangini, e sempre con Diego Giuntoli e Gianluca Nicastro e della Stefan. La fuga sembrava quella buona, ma i quattro al comando non trovavano l’accordo e quindi iniziavano gli scatti che andavano a favorire il ricongiungimento del gruppo avvenuto a una quindicina di chilometri dal traguardo.

A seguire la corsa è stata controllata dai corridori del Marathon Bike sino ai piedi della salita di Buriano. Qui ai 400 metri dal traguardo entrava prepotentemente in scena Adriano Nocciolini, già vincitore nella passata edizione, in sordina per gran parte della gara, che ripagava gli sforzi dei compagni andando a vincere a braccia alzate: un suo marchio di fabbrica. Infatti già gli era successo quest’anno nel trofeo “Paesetto” e “Diavolino” e mercoledì scorso nel trofeo “Scavi di Roselle”. (foto Malarby). Al secondo posto si piazzava Gianluca Nicastro e terzo Simone Mariotti della ciclistica Senese. Questi gli arrivati dalla quarta alla ventesima posizione: Federico Del Guasta, Claudio Nacci, Gianluca Colicci, Giovanni Fortunati, Diego Giuntoli, Mario Nelli, Vincenzo Borzi, Simone Tronconi, Gianluca Citerni, Stefano Del Carlo, Gianni Bonamici, Maurizio Innocenti, Luca Tigli, Roby Valdrighi, Luca Staccioli, Manuel Bassi e Andrea Bassi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.