Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Forza Italia e Lega all’attacco: «Sicurezza e degrado, il sindaco faccia qualcosa»

FOLLONICA – Sulla sicurezza a Follonica arrivano attacchi da Forza Italia e dalla Lega.

“Ormai a Follonica la sicurezza dei cittadini è fuori controllo”. E’ lapidario Sandro Marrini, capogruppo di Forza Italia nel consiglio comunale della Città del Golfo, nel commentare i danneggiamenti ad alcune macchine parcheggiate in via Puccini, avvenuti mercoledì sera durante una lite in strada e ripresi da un video fatto da un residente della zona.

“La zona della pineta di Ponente (in foto) è da tempo un luogo di spaccio ed è inammissibile che uno dei luoghi verdi della città sia off limits per le famiglie desiderose di trascorrere alcune ore all’aria aperta – continua Marrini – Quanto accaduto in via Puccini è solamente la punta di un iceberg che da mesi, per non dire da anni, galleggia pericolosamente a Follonica e mina la serenità dei suoi abitanti. Basti pensare agli atti vandalici e agli schiamazzi che si sono succeduti praticamente per tutta l’estate al Capannino, ai bivacchi che puntualmente vengono fatti di fronte davanti alla chiesa di San Leopoldo o, ultimo in ordine di tempo, al furto commesso da ignoti alla mostra della Lego alla Fonderia 1”.

“Il sindaco Benini ha cavalcato spesso il tema della sicurezza nella recente campagna elettorale – sottolinea il capogruppo di Forza Italia -, per poi abbandonarlo una volta vinte le amministrative. Il futuro commissariato di Polizia è stato uno degli argomenti più gettonati dal primo cittadino fino alla sua riconferma, ma adesso non se ne sente più parlare. Ormai è innegabile che la città ha bisogno di maggiori controlli e anche i suoi abitanti manifestano la necessità di sentirsi protetti. Non c’è tempo da perdere e non bisogna aspettare che succedano fatti criminali come la drammatica sparatoria dell’anno scorso”.

Al termine della sua analisi, Marrini torna a lanciare alcune proposte: “Il sindaco applichi in pieno il Decreto Sicurezza, che contiene, come abbiamo spesso ribadito, lo strumento del Daspo urbano: chi non ha un comportamento idoneo viene multato o allontanato dalla città. Non solo questo provvedimento può funzionare da punizione per chi continua a non capire che ci sono delle regole da rispettare, ma può agire anche da deterrente verso possibili azioni criminose – termina il capogruppo di Forza Italia -. Inoltre, si potrebbero introdurre il controllo di vicinato oppure la figura del vigile volontario. Si tratta di misure che, coinvolgendo associazioni e cittadini, possono accrescere la sicurezza in città, provvedimenti sui quali siamo disposti a confrontarci con la Giunta, perché crediamo che quando si tratti di certi argomenti sia necessario non chiudersi negli uffici di palazzo, ma siano utili il dialogo ed un confronto continuo. Infine, è doveroso fare un plauso ai Carabinieri che, seppur sotto organico, stanno compiendo un lavoro egregio ed encomiabile per tutelare i cittadini e garantire loro quella sicurezza che, purtroppo, il Comune non è in grado di preservare”.

Anche la Lega va all’attacco. “Da tempo non passa inosservato il degrado urbano – scrive Roberto Azzi – cartacce e bottiglie gettate per terra, muri imbrattati, vicoli maleodoranti, panchine rotte in spazi verdi incolti. Scene di degrado di questo tipo sono esperienze, purtroppo, quotidiane in città. A volte non ci si fa più caso ma, per la maggior parte delle persone percorrere luoghi sporchi e deteriorati provoca un senso di incertezza e alimenta la paura di essere più esposta ad atti criminali. Una situazione di disordine sociale genera una comunità insicura e impaurita, determinando un peggioramento della qualità della vita e un aumento dei reati.”.

“A questa situazione – insiste – prendiamo atto che l’amministrazione comunale, contribuisce ad un degrado di ordine “ambientale” cioè di trascuratezza e abbandono nell’arredo urbano, nella pulizia, nello smaltire le acque meteoriche, nel fare manutenzione persino ordinaria, figuriamoci la straordinaria. In una città come Follonica che vive principalmente di turismo, trascurare la propria immagine di accoglienza, spazi verdi privi di manutenzione e di qualsiasi decoro e senza avere previsto alcuno spazio fiorito nelle aiuole e nelle vie della città, rappresentano la chiara incapacità di questa amministrazione di aiutare l’economia turistica di Follonica. Nel contempo segnaliamo il disagio dei turisti che si recano sulle nostre spiagge, in prossimità della colonia marina, i quali si trovano di fronte a cittadini senza fissa dimora che non esitano a lasciare i propri bisogni fisiologici senza che nessuno sia mai intervenuto. Tale situazione non è tollerabile, non possiamo permetterci che Follonica dia una immagine così dannosa per l’economia turistica locale, anzi sembra che il buonismo vantato dalla sinistra prevalga su tutto. Inconvenienti simili si riscontrano anche in altre zone della città, dalla stazione ferroviaria e nell’area verde circostante, in viale Italia a fianco della colonia felina ( che dovrebbe essere aiutata dall’amministrazione comunale), dove si ripetono discariche spontanee (bottiglie, stracci , escrementi umani ecc.)”.

“Inoltre la Lega di Follonica, nonostante il lavoro straordinario di tutte le forze dell’ordine sul territorio – insiste – registra come da tempo anche a Follonica si consumano gravi e gravissimi reati ai danni dei cittadini, alle imprese e agli stessi tutori dell’ordine pubblico come accaduto nel passato . Elencare le rapine, le aggressioni, i furti che ormai costantemente sono all’ordine del giorno delle cronache locali, nelle pinete, nelle vie commerciali e verso chi contribuisce all’economia cittadina, significa drammaticamente sottolineare lo stato di insicurezza. Il dilagare dello spaccio nei parchi cittadini ma anche alla stazione ci impone di rimarcare l’importanza del contrasto alle attività delittuose e criminalità diffusa e di chiedere al Sindaco, che ha maggiori competenze come ufficiale di governo con poteri contingibili e urgenti., di attivare il controllo sul territorio delle persone che giungono ed alloggiano nella nostra città”.

“Chiediamo al sindaco e all’’amministrazione comunale – conclude Azzi – invece di impegnarsi sull’accoglienza diffusa di farsi carico di tale problematica, di monitorare le aree della città con sopralluoghi continui La grave situazione che stanno vivendo i cittadini follonichesi, in merito alla sicurezza e al degrado del nostro territorio, per la quale il Comune non riesce a dare risposte, rende anziani, commercianti e cittadini in generale, in una situazione non più sostenibile. La Lega follonichese, è estremamente preoccupata perché non ravvede nell’azione amministrativa locale un cambio di marcia in tema di sicurezza. Riteniamo essenziale che i residenti e i turisti di Follonica meritino di vivere in una situazione più dignitosa, e di recuperare tranquillità e sicurezza che mancano ormai da anni».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.