Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dominio e poi forcing, super Nocciolini vince il trofeo Scavi di Roselle

ROSELLE – E’ il castiglionese Adriano Nocciolini a vincere il trofeo “Scavi di Roselle”. La manifestazione di ciclismo amatoriale è stata organizzata dal Marathon Bike e Avis Grosseto, con il patrocinio del Comune di Grosseto, con la collaborazione dalla Uisp provinciale, supportata dalla Banca Tema e la ditta Big Mat di Grosseto.

Una giornata bella ha fatto da cornice ad un epilogo avvincente che da tempo non si vedeva in maremma. Merito di un super Nocciolini che trovava la zampata vincente a due chilometri dall’arrivo, dopo essere stato protagonista per tutti i 65 chilometri del tracciato di gara. Un forcing deciso gli permetteva di arrivare tutto solo nell’impegnativo ma suggestivo arrivo degli scavi di Roselle. Nocciolini è stato quest’anno autore di una stagione super con tanti podi e vittorie di fascia con due assoluti al trofeo “Paesetto” e alla “Corsa del Diavolino”, succede a Fabio Cini che si era aggiudicato l’edizione 2018. L’epilogo della gara, si concretizzava all’ultimo giro dei 5 in programma, quando il vincitore assieme a Riccardo Cicognola, Enrico Cicerone, Alessandro Cresti e Maurizio Innocenti, prendevano una ventina di secondi dal gruppo che riusciva però ad annullare il gap a circa 2 chilometri dalla fine. Appena ripresi i fuggitivi un attacco deciso di Nocciolini, anche con l’aiuto prezioso dei suoi compagni di squadra, sorprendeva il gruppo che lasciava colpevolmente una decina di secondi di vantaggio al portacolori del Marathon Bike. Qui l’esperienza del “Nocciolo”, così viene chiamato nell’ambiente, gli consentiva di mantenere una manciata di secondi di vantaggio sino alla fine, nonostante dietro ci fossero corridori del calibro di Giovanni Nucera, che si piazzava secondo, e Simone Mariotti fresco vincitore una settimana fa del trofeo “Nomadelfia”, terzo all’arrivo.

Questi i corridori giunti al traguardo dalla quarta alla ventesima posizione: Stefano Ferruzzi, Vincenzo Rigirozzo, Krzysztof Skupke, Salvatore Stella, Giovanni Fortunati, Diego Dini, Riccardo Cicognola, Marco Bianchini, Alessandro Cresti, Maurizio Innocenti, Gianni Bonamici, Enzo Rossi, Giuseppe Nacci, Fabio Giusti, Enrico Cicerone, Lucio Margheriti e Gianluca Scafuro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.