Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In arrivo il bando di servizio civile a Legambiente: da quest’anno la candidatura è via SPID

RISPESCIA – Sono quattro i posti disponibili al circolo Festambiente di Legambiente per il Servizio civile universale. Il rimborso previsto è di circa 430 euro al mese e come al solito possono partecipare al bando i ragazzi con un’età compresa tra i 18 anni compiuti e i 29 anni non compiuti.

Il bando uscirà nei prossimi giorni e per la prima volta la candidatura avverrà in modalità interamente online tramite l’utilizzo dell’identità digitale SPID. I giovani potranno presentare domanda tramite una specifica piattaforma, raggiungibile da pc fisso, tablet o smartphone, cui potranno accedere dopo essersi registrati tramite SPID, il ‘Sistema Pubblico d’Identità Digitale’. Gli Identity Provider forniscono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento.

I requisiti per candidarsi sono sempre gli stessi (avere tra i 18 anni compiuti e i 28 anni non superati al momento della candidatura, non avere subito condanne di primo grado per reati penali, essere cittadini italiani, di un altro Paese Ue oppure stranieri regolarmente soggiornanti in Italia ed ovviamente non avere già svolto il servizio civile per più di 6 mesi), e lo stesso form di candidatura non è altro che la trasposizione digitale dei modelli previsti negli anni scorsi, con il vantaggio che molti dati saranno subito disponibili grazie allo SPID e che sarà possibile caricare documenti allegati direttamente in formato pdf. È stata pensata anche una soluzione per quei giovani stranieri comunitari, che in quanto tali non possono registrarsi allo SPID, ma che potranno richiedere direttamente al Dipartimento delle credenziali di accesso temporanee. I ragazzi potranno individuare il progetto scelto preferito tramite un apposito motore di ricerca e compilare la domanda, che come gli altri anni potrà essere solo una per tutto il bando.

“Senza alcun dubbio – ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente -, quella del servizio civile a Festambiente è un’esperienza unica in una delle realtà associative più attive del Paese e in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici e nella difesa dell’ambiente. Per un anno, i giovani che verranno selezionati avranno la possibilità, dai primi mesi del 2020, di trascorrere un anno a Rispescia, nella storica sede in cui ogni anno in estate si svolge il festival nazionale di Legambiente, e saranno impegnati nell’organizzazione di campagne di sensibilizzazione ambientale, fund raising e animazione territoriale;focus specifici su tematiche scientifiche :salvaguardia della biodiversità, mobilità sostenibile ,gestione rifiuti e plastic free; organizzazione di iniziative divulgative in partenariato con associazioni, aziende/ enti pubblici; organizzazione di campagne di comunicazione, tramite materiale cartaceo, comunicazione social e web; promozione di iniziative residenziali a tema ambientale e conoscenza del territorio; iniziative e progetti di educazione ambientale a carattere non residenziale; gestione ed eventi della rete denominata Comunità delle Vele; valorizzazione e messa in rete di buone pratiche di sostenibilità ambientale nel settore del turismo, del mondo aziendale, l’economia circolare e civile, le eccellenze del settore agricolo; organizzazione del festival nazionale di Legambiente”.

“Un importante momento di crescita personale e collettiva – ha concluso Gentili – che rappresenta un’occasione preziosa per i giovani che faranno questa esperienza di conoscere più da vicino il mondo dell’associazionismo e di dare un aiuto concreto al Pianeta”.

Gli interessati avranno la possibilità a brevissimo di inoltrare la richiesta attraverso il portale dedicato. Nel frattempo, tutte le informazioni utili possono essere consultate a questo link: bit.ly/32aAoVB.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.