Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecco perché Rocca e San Donato non partecipano alle Carriere «La politica resti fuori»

Più informazioni su

SCARLINO – Le associazioni Culturali di Rocca e di San Donato «sono rammaricate dopo la comparsa sui social e sui mezzi di stampa, dell’articolo pubblicato dall’amministrazione comunale riguardo le “Carriere del 19”».

«L’inaspettata attribuzione alla volontà unicamente da parte delle Contrade di non celebrare la festa quest’anno, ci ha lasciati sinceramente stupiti, perché non rispecchia la verità – proseguono le due associazioni -. Questo è troppo riduttivo e non spiega le vere motivazioni portate avanti alla persona del sindaco, sulla decisione, presa a malincuore, di Rocca e San Donato di non prendere parte alla manifestazione».

«Purtroppo la nostra festa si trascina da anni con grossi problemi diventati ormai cronici. In particolare le criticità riguardano, come è noto anche all’amministrazione, sia la mancanza di punti di ristorazione idonei, sia gli enormi ostacoli economici e logistici sovente incontrati dalle contrade per la buona riuscita dell’evento. Queste problematiche non sono state risolte (o volute?) neanche dalle passate amministrazioni, e non è certo possibile porvi rimedio in soli 20 giorni, visto che l’incontro decisivo con tutte le parti si è svolto il 29 di luglio. Per organizzare al meglio questa manifestazione infatti serviva molto più tempo».

«Purtroppo le Carriere hanno subito un forte declino negli ultimi cinque anni, perdendo tutto quello che era stato guadagnato a livello di immagine e di importanza, e in questo ha avuto un peso non irrilevante il fattore politico. Va comunque chiarito che a noi associazioni questo aspetto non ci interessa. Per il bene della festa la politica deve rimanere fuori dalle Contrade. Il nostro unico interesse è di riportare le Carriere ai fasti di un tempo. Le Carriere devono essere “L’evento clou” dell’estate Scarlinese, perché è una festa unica nel suo genere».

«Le nostre motivazioni si poggiano sulla sicurezza che, se mai avessimo accettato di partecipare, avremmo ottenuto risultati scarsissimi per la buona riuscita dell’evento contribuendo così a distruggere ancor di più l’immagine delle Carriere del 19, oltre a quella di Scarlino nel panorama del turismo. Rimaniamo fiduciosi e aggrappati alla promessa fatta dal Sindaco, nel ritrovarci a Settembre per costituire un gruppo di lavoro incentrato unicamente sul progetto di rinascita della manifestazione» concludono le due associazioni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.